Fabriano – Il Consiglio emigra per la terza volta: ora a Palazzo del Podestà

IL PARLAMENTO cittadino pronto a tornare in centro storico approdando al Palazzo del Podestà con il terzo cambio di sede nello spazio di un anno. La storica location di Palazzo Chiavelli, infatti, era stata abbandonata nell’autunno scorso quando il terremoto la rese inagibile.
Così le ultime riunioni dell’amministrazione Sagramola e le prime dell’era Santarelli si sono tenute nella sala
dell’Unione montana che a breve dovrebbe essere abbandonata. «Contiamo – spiega l’assessore ai lavori pubblici Cristiano Pascucci – di trasferire il consiglio a Palazzo del Podestà in tempi brevi. Non so se ce la faremo per la prima riunione dopo la pausa di agosto, in ogni caso l’intenzione è di riuscirci per il mese di settembre». In particolare verrà utilizzata l’aula magna, recentemente ristrutturata con i lavori di restyiling ormai in dirittura d’arrivo che permettono di ospitare fino a 240 persone e dunque di avere spazi decisamente congrui per il consesso civico. Dalle prime verifiche, peraltro, sembra che a Palazzo del Podestà sia possibile riattivare la diretta streaming delle riunioni, sospesa durante i consigli all’Unione montana per problemi tecnici, anche se l’ultimo consesso della scorsa settimana è stato trasmesso in diretta su Facebook nel profilo del ‘5 stelle’ Fabriano. Si annunciano, invece, ancora lunghi i tempi per il recupero di Palazzo Chiavelli, da dove oltre al consiglio è stata sfrattata anche la polizia municipale attualmente ospitata
nei locali di palazzo comunale di piazzale 26 settembre.

NOTIZIA RIFERITA DAL RESTO DEL CARLINO il 3 Agosto 2017 

Precedente Oroscopo - Gli astri del Borghigiano Successivo Numana, vince mezzo milione di euro Potrà comprarsi un'abitazione