Fabriano – Ecco l’ultimo dono di Ester Merloni: in mostra le sue opere

ester merloni

Parata di vip a Fabriano all’inaugurazione – ESTER MERLONI da lassù ha sicuramente gradito. Non tanto e non solo per una lunghissima parata di vip portati nella sua Fabriano tra l’ex premier Erico Letta, lo zio Gianni, l’altro ex presidente del consiglio Giuliano Amato, il politico ed ex sindacalista Guglielmo Epifani, il presidente della Federazione calcio Giancarlo Abete, la giornalista Lilli Gruber, la stilista Donaella Girombelli, il manager ex Indesit Andrea Guerra e tanti altri ancora. A Ester, infatti, sarebbe sicuramente piaciuto più di tutti un momento intimo ed emozionante vissuto pochi secondi dopo il taglio del nastro di ieri mattina per l’inaugurazione della mostra permanente delle 29 opere di arte moderna donate al Comune, tramite volontà testamentaria, dalla donna deceduta pochi mesi fa. La senatrice Maria Paola Merloni, infatti, si era appena commossa nel parlare in pubblico ricordando l’ultimo dono della generosa zia, ma anche e soprattutto quella che ha definito la «presenza-assenza» del padre Vittorio, storico patron di Indesit, da tempo fortemente provato da una malattia neurodegenerativa. POCHI ATTIMI dopo è stato il 90enne zio Francesco a correre da lei per abbracciarla e baciarla ripetutamente, mentre la senatrice ha ulteriormente accentuato la sua commozione proprio per questo gesto di forte affetto. Una scena di grande, enorme umanità, come se da lassù Ester ci avesse messo l’ennesimo zampino per riunire tutta la famiglia e sanare ogni tensione dopo che negli ultimi mesi non sono mancati momenti di frizione proprio per la vendita di Indesit agli americani di Whirlpool. E’ l’immagine più bella e vera della ‘family’ fabrianese per eccellenza, forse mai così unita come ieri per celebrare quella che è stata definita la nuova ‘casa di Ester’. In tre diverse sale al pianterreno della Pinacoteca, infatti, sono state posizionate le opere – tra cui anche una di De Chirico – che la donna ha sempre custodito nella sua abitazione e che per un mese saranno visitabili gratuitamente tutti i giorni. In totale un tesoretto che la perizia tecnica effettuata per conto del Comune ha stimato in 3 milioni e 200mila euro di valore complessivo per la presenza tra i dipinti di quattro Dorazio, un Fontana, un Carlo Maria Mariani e tra le sculture di due Mannucci, un Dorazio, due Manzù e un Quirino Ruggeri. «IL GESTO del dono – afferma il sindaco Giancarlo Sagramola – è sempre stato congeniale ad Ester. Siamo qui per seguire il suo esempio convinti che il cambiamento passa attraverso la cultura e la conoscenza». Con forte emozione Francesca Merloni ha recitato due poesie dedicate alla zia, mentre l’altra nipote Maria Paola ha ricordato come «non c’è separazione fino a quando è vivo il ricordo. Ester era una donna minuta ma molto forte, forse all’apparenza burbera ma dotata di una grande sensibilità interiore». La nutrita delegazione di ospiti illustri arrivata sabato sera a Fabriano per assistere al teatro Gentile a uno spettacolo di Beppe Fiorello con ingresso ad invito, ieri a pranzo è poi stata ospite nella residenza di Francesco Merloni per festeggiare i 90 anni compiuti dall’imprenditore nelle scorse settimane. Notizia riferita da Alessandro Di Marco IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Lupo trovato morto a Force. Forse investito da un camion Successivo 7mila pensioni in meno con Legge Fornero