Fabriano – Ester Merloni, eredità da tre milioni al Comune

Ester Merloni

FABRIANO Ventuno dipinti, un arazzo e sette sculture. Questo il generoso lascito di Ester Merloni al comune di Fabriano. La primogenita di Aristide Merloni, il fondatore dell’impero industriale di famiglia, accrescerà il valore dei tesori della Pinacoteca civica per un valore di oltre 3milioni, donando la propria collezione privata. La Giunta, guidata dal sindaco Giancarlo Sagramola, ha ufficialmente deciso di accettare questa donazione ed a breve inizierà il trasporto delle opere d’arte nei locali della pinacoteca civica allocata all’interno dello Spedale del Buon Gesù. In considerazione di ciò, si stanno effettuando dei lavori di ammodernamento per conservare e valorizzare il lascito al meglio. Non è escluso che possa essere organizzato un evento per l’apertura al pubblico della collezione privata di Ester Merloni, alla presenza dei rappresentanti della famiglia. «La generosità di Ester Merloni si continua a manifestare anche dopo la sua morte», il commento dell’amministrazione comunale. La primogenita di Aristide Merloni si è spenta lo scorso marzo. Il notaio che ha curato l’eredità aveva già preso contatti con il Comune per il lascito. Una delle condizioni era, però, che la collezione privata potesse essere donata al Comune solo dopo la morte del consorte di Ester, il preside Ugo Duca. Purtroppo, lo storico presidente dell’Itis Merloni si è spento dopo pochi mesi dalla moglie. Ecco che, allora, ora si può procedere. Fra i numerosi dipinti che diverranno patrimonio pubblico all’interno della pinacoteca: un De Chirico, 4 Dorazio, un Fontana, un Carlo Maria Mariani. Per quel che riguarda le sculture: due Mannucci, un Dorazio, due Manzù e un Quirino Ruggeri. Il valore complessivo dell’intera collezione d’arte è pari a 3,2 milioni. Una volta ultimati i lavori e posizionate le opere d’arte, si procederà con l’organizzazione dell’inaugurazione. Notizia riferita da Claudio Curti sulle pagine del Messaggero

foto IL CORRIERE ADRIATICO

Precedente Porto Recenati, precipita e muore infilzato su una ringhiera per sfuggire alla Polizia Successivo Non si presenta in Questura a firmare, arrestato 36enne