Fabriano – Galli si dimette: «Sono stato messo in panchina»

Galli

FABRIANO GIUSEPPE GALLI se ne va sbattendo la porta verso il sindaco Giancarlo Sagramola che nei prossimi giorni nominerà il nuovo assessore, sempre di area Udc, forse uno tra Leonando Meloni (favorito) e Gino Sforza, magari attraverso anche un parziale rimpasto di deleghe. Stasera la riunione di maggioranza per discutere del caso dopo la convulsa giornata di ieri iniziata di primo mattino quando l’assessore al lavoro e ai trasporti ha consegnato al primo cittadino le sue dimissioni (che, per legge, valgono anche da consigliere comunale) ritenute assolutamente irrevocabili. «Il sindaco mi ha messo in panchina commenta deciso Galli . Volevo fare l’assessore in sesta marcia, invece è stato azionato il limitatore, ma io non ci sto ad andare solo in prima. Già al primo incontro sulla viabilità, quando volevo ripristinare l’anello della Sintagma con la circolazione ad un solo senso di marcia, ho visto che i nemici erano tanti. Volevo fare tanto, ma non sono stato messo nelle condizioni di operare. Comunque c’è anche qualcosa di importante, come l’aver sistemato i trasporti e il successo dell’Expo dell’artigianato con la nuova e più dinamica formula. Al sindaco tutto questo l’ho detto in faccia sabato, perché con lui il rapporto è sempre stato schietto e diretto». E proprio Sagramola non ha fa attendere la sua ribattuta. «Non sono certo io sostiene il sindaco il tipo che mette il limitatore agli assessori. Semmai certi limiti sono quelli fisiologici di portafoglio che inevitabilmente finiscono per penalizzare gli amministratori. Io non avrei mai pensato alla sostituzione di Galli, ma se lui mi ha manifestato questo forte disagio, è giusto che faccia le sue scelte». Ora, dunque, è tempo di pensare al sostituto. «Il posto è in quota all’Udc ed è doveroso che mi confronti con quel partito», afferma il sindaco pronto ad accogliere le richieste della formazione politica al momento, però, ancora un po’ disorientata. Dei quattro consiglieri comunali (da cui dovrebbe uscire il neo assessore) il più votato Roberto Pellegrini ha già declinato l’invito, mentre la neo segretaria territoriale Sandra Girolametti dovrebbe fare altrettanto in quanto tentata da entrare in lista per le regionali. Restano Leonando Meloni (il secondo tra i più votati) e Gino Sforza: entrambi gradirebbero un settore diverso dalle attività produttive, ecco perché un rimpasto delle deleghe potrebbe anche scapparci.

Fonte Il RESTO DEL CARLINO -Alessandro Di Marco-

Precedente Fabriano - Incidente in Via Campo Sportivo, auto investe un pedone Successivo Rapinano anziana con spray peperoncino