Fabriano – Gli assessori si dimezzano lo stipendio

comune città di fabriano

– FABRIANO – QUATTRO assessori comunali si auto tagliano l’indennità del 50% e così lo stipendio mensile netto diventa di circa 450 euro. Una cifra davvero minima, quindi, viene portata a casa dagli assessori Claudio Alianello, Giovanni Balducci, Giorgio Saitta e Barbara Pallucca che anche hanno scelto di dimezzarsi i compensi amministrativi fino al termine del mandato che si esaurirà tra poco più di due anni. In pratica i 1.401 euro lordi mensili per ciascuno dei quattro assessori diventano 700 lordi e dunque 450 al netto della tassazione. Ma, appunto, per il Comune il risparmio va considerato di 700 euro mensili per ognuno dei tre amministratori, in pratica in totale quasi 35 mila euro l’anno complessivi. «Abbiamo deciso spiega Alianello di lasciare questa somma a disposizione dell’ente in un periodo in cui le casse municipali sono davvero in affanno e dunque anche una cifra come questa può in qualche modo rappresentare un aiuto per fare fronte ad altre spese. Lo stipendio ai minimi termini? Per la verità nel mio caso è ancora più basso, visto che ho scelto di destinare una parte del compenso al mio partito, il Pd. In ogni caso se si è scelto questa strada è anche per far capire come la politica va intesa con reale spirito di servizio e non certo per arricchirsi». I tre, dunque,al minimo sindacale, ma anche gli altri amministratori locali non è che intaschino cifre a chissà quanti zero. Il sindaco Giancarlo Sagramola, infatti, in qualità di dipendente comunale in aspettativa percepisce lo stipendio per intero pari a 3.114 euro lordi sempre su base mensile, ovvero poco più di duemila netti. Il vice sindaco Angelo Tini in qualità di lavoratore dipendente dell’Asur non in aspettativa percepisce a termine di legge stipendio dimezzato in Comune, ovvero 856 euro lordi, quindi circa 500 netti. Cifra intera per l’assessore Mario Paglialunga, ovvero 1.401 euro lordi (attorno ai 1.100 netti) mentre Leonando Meloni ha l’indennità dimezzata per legge in quanto lavoratore dipendente. Stipendio al 50% anche per il presidente del consiglio comunale Giuseppe Pariano in quanto dipendente Indesit, anche se nel suo caso ai 450 euro fissi mensili vanno aggiunti i 32 euro lordi del gettone di presenza per la partecipazione alle sedute del consesso civico.

FONTE IL RESTO DEL CARLINO -Alessandro Di Marco-

Precedente Uccide un cinghiale sul S. Bartolo: cacciatore finisce in trappola Successivo Famelab, selezione il 19 marzo ad Ancona