Fabriano – I consigli del nostro Giorgio Poeta e i suoi mieli a Detto Fatto

giorgio poeta

Il miele è un ottimo alleato da sfruttare ai primi sintomi di influenza! Giorgio Poeta ha due rimedi pronti per la tosse e i bronchi.
Il miele è un rimedio che aiuta a combattere la tosse e lenire il mal di gola. Grazie alle sue proprietà antiossidanti e antimicrobiche, aiuta a guarire le infezioni, del tratto respiratorio superiore.
(Questi sono rimedi naturali, ma vi ricordiamo di consultare sempre un medico, quando non state bene)

SCIROPPO PER LA TOSSE AL MIELE
1.Sbucciare un pezzetto di radice di zenzero e tagliarla a fettine
2.Grattugiare due limoni freschi e spremerli
3.Versare una tazza d’acqua in un pentolino
4.Aggiungere 1/4 di tazza di zenzero e 2 cucchiai di limone grattugiato.
5.Portare la soluzione a ebollizione e lasciar bollire per 5 minuti.
6.Filtrare la soluzione e metterla da parte
7.Versare una tazza di miele grezzo in un pentolino e scaldare a fuoco basso, senza far bollire e mescolare.
8.Aggiungere il composto messo da parte e il succo dei due limoni.
9.Aggiungere due cucchiai di polline e la propoli.
10.Continuate a mescolare a fuoco basso, per 20-30 minuti fino a che il composto ottenuto diventa denso e sciropposo.
11.Spegnere il fuoco e versare in un barattolo o in una bottiglia di vetro.

UNGUENTO AL MIELE
Usiamo i cerotti, quando l’unguento sarà pronto. Basterà metterne un po’ su una garza e applicarla sul corpo con un cerotto.
1.Impastare un cucchiaio di farina con un cucchiaino di miele
(Dovete ottenere una consistenza che non deve attaccarsi alle mani)
2.Aggiungere cucchiaino di olio d’oliva e mescolare nuovamente con la farina.
3.Aggiungere qualche goccia di essenza di eucalipto, il polline, e la propoli (L’olio facilita anche la penetrazione dei principi attivi del miele.)
4.Versare il composto su una garza
5.Mettere la garza al petto o sulla schiena e fissala con il cerotto adesivo.
Non deve essere all’altezza del cuore, ma più in alto a livello dei bronchi. Fate agire durante la notte.
Durante il sonno è molto probabile che si sudi molto e questo è un segno di depurazione del corpo. Il trattamento può essere ripetuto più giorni di fila, ma dopo la prima volta, si noterà un grande sollievo. I bambini dovrebbero avere l’impacco al petto per 2-3 ore, meglio quando dormono, mentre gli adulti possono tenerlo tutta la notte.
Non si devono avere malattie della pelle e lesioni. Ovviamente non si deve essere allergici ai prodotti delle api!

FONTE DETTO FATTO FB

Precedente Safer Internet Day 2016 - Polizia nelle scuole contro il bullismo in rete Successivo Urta auto con due bambini a bordo e fugge. Fotografata da testimoni e fermata dai vigili