Fabriano Indesit – La Rsu Fiom scrive a Matteo Renzi

tmp_28369-Screenshots_2014-11-04-15-31-30302077282

Indesit, la Rsu Fiom scrive a Renzi

“Un incontro per sapere il nostro futuro”

 

FABRIANO – La Rsu Fiom Cgil scrive al presidente del consiglio Renzi per avere chiarimenti e rassicuazioni sulla vicenda Indesit-Whirlpool.

 

Il sindacato ricorda l’operazione di acquisizione da parte della Whirlpool Corporation della maggioranza

delle azioni della Indesit Company. E l’ Offerta Pubblica di Acquisto Obbligatoria Totalitaria da parte di Whirlpool. La Rsu fa poi riferimento all’intervista del premier al Corriere della Sera, nella quale esaltava l’operazione. E vanno al punto.

 

“Lei dice: Il punto non è il passaporto, ma il piano industriale. Non potrebbe trovarci più d’accordo. Ed è proprio quello che vorremmo che esplicitasse la Whirlpool, in maniera chiara e dettagliata, come già chiesto al Ministero dello Sviluppo Economico nell’ultimo incontro dal coordinamento Nazionale Indesit e dalle Segreterie Nazionali di FIMFIOM-UILM”.

 

Ancora: “È da luglio che siamo in attesa di sapere quali sono i piani della multinazionale americana in merito ai nostri stabilimenti, ai nostri operai, ai nostri impiegati, alle nostre produzioni. In merito quindi al

nostro futuro”. Incalzano: “A sentir Lei, che la legge come un’operazione fantastica, perché allora

tante remore da parte della Whirlpool nel rivelarci il nostro fantastico futuro, se tale negli intenti dovrebbe essere?”.

 

E poi. “Lei dice: Se hanno soldi e idee per creare posti di lavoro, gli imprenditori stranieri in Italia sono i benvenuti. Creare posti di lavoro… Invece la Whirlpool nel suo documento parla di razionalizzazione”. Il timore è che si vada adl “ottimizzare (ma sarebbe meglio dire comprimere) il numero dei posti di lavoro già sussistenti”.

 

Infine: “Chiediamo il Suo intervento Presidente Renzi, per capire quello che sta succedendo e quello che succederà. Le chiediamo pertanto che venga convocato a breve un incontro fra i vertici della Whirlpool, il Governo e i rappresentanti sindacali della Indesit Company affinché si possano conoscere i termini effettivi e concreti di tutta questa (fantastica) operazione”.

 

Fonte Il corriere adriatico 

Precedente Poste italiane dona pc alle scuole Successivo Staccò un dito al controllore Ora piange in aula per la figlia