Fabriano – La neve lascia il posto al ghiaccio. Temperature ancora in picchiata

tmp_19030-neve-in-Italia-638x425-1971013599

Incidente ieri a Monterosso, auto finisce fuori strada e si ribalta
– FABRIANO – DOPO LA NEVE ecco il ghiaccio a creare forti disagi in tutto il Fabrianese in un fine 2014 decisamente tormentato sul fronte meteo. Nella notte tra domenica e ieri sono stati 15 gli spazzaneve del Comune ad entrare in azione in città e soprattutto nelle frazioni per liberare le strade dove la neve caduta ad intermittenza dal primo pomeriggio a tarda sera in alcuni casi ha sfiorato i venti centimetri. Un’azione tempestiva che ha permesso di rendere transitabili tutte le strade, ma sin dal pomeriggio di ieri ha iniziato a materializzarsi il pericolo del gelo. Per tutta la giornata, infatti, la colonnina del mercurio ha fatto il pendolo a cavallo dello zero con oscillazioni di rilievo in negativo fino ai meno 3, anche in orari diurni, nei momenti in cui il sole si è nascosto tra le nuvole. Pronti, dunque, a mettersi all’opera i mezzi spargisale in quanto le previsioni riferiscono di possibili precipitazioni nevose ma soprattutto di temperature in probabile ulteriore calo tra oggi e domani. Insomma, sulle strade la viabilità è a rischio come dimostra anche l’incidente avvenuto ieri mattina a Sassoferrato lungo la strada che conduce alla frazione di Monterosso. Proprio a causa del fondo ghiacciato una Volkswagen Lupo è finita fuori strada rovesciandosi su sé stessa con il conducente che è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari dell’ospedale di Fabriano, sebbene le sue condizioni siano sembrate da subito piuttosto rassicuranti. «Per fortuna afferma il sindaco Giancarlo Sagramola le scuole sono chiuse per le festività natalizie e non servono interventi urgenti e continui in quei plessi». Per il momento, intanto, non è a rischio cancellazione per maltempo la festa di Capodanno in piazza, anche se molto dipenderà dall’evoluzione del meteo per il regolare svolgimento dell’evento comunque dal programma assai scarno (niente fuochi d’artificio) ed incentrato su brindisi gratuito per tutti ed esibizione di due band locali. Con qualunque condizione meteo, invece, si sarà la serata-dance al PalaGuerrieri, dove fino all’alba si ballerà a ritmo di musica. Quanto, invece, alle prenotazioni per i cenoni dei vari ristoranti per adesso non si registrano forfait dovuti al maltempo ed in ogni coso in alcuni locali c’è ancora posto. In generale nonostante i prezzi abbastanza contenuti (in media si va tra i 40 e i 65 euro) la crisi si fa sentire e sono ormai decisamente lontani i tempi in cui per accaparrarsi un posto era necessario prenotare con svariate settimane di anticipo.
Fonte il Resto del Carlino Alessandro Di Marco

Precedente Cagli, la neve diventa lastra di ghiaccio Successivo Ghiaccio tra la Valcesano e la Valmetauro