Fabriano – Ladri in azione in una villetta, rubati oro, gioielli e dipinti

furti

LA BANDA del buco torna a colpire e stavolta lo fa in un alloggio privato dopo che nelle scorse settimane erano stati presi di mira due aree servizio lungo la Statale 76 nei pressi dello svincolo Fabriano Est. All’antivigilia di Natale i soliti ignoti hanno puntatole loro attenzioni su un’abitazione di campagna nella zona dei Fossi di Burano, ovvero alla periferia della città dove hanno messo a segno un blitz che ha fruttato un bottino complessivo da svariate migliaia di euro di valore tra oro, quadri e oggetti vari. UN COLPO, peraltro, avvenuto in piena fascia diurna, ovvero attorno alle 16,30 del pomeriggio quando i ladri hanno approfittato della temporanea assenza da parte della coppia di pensionati proprietaria dell’abitazione. Per avere accesso alla casa, i malviventi hanno prima disattivato i sistemi di sicurezza e poi praticato l’ormai ben noto foro sulla porta d’ingresso necessario per poter avere accesso all’abitazione. Grazie a quel buco, i ladri si sono così introdotti all’interno della villetta, dove hanno risparmiato ben poco tra gli oggetti di maggiore valore. La parte preponderante del bottino complessivo arriva indubbiamente dai 700 grammi di oro recuperati tra collane, anelli e monili vari. Ma i malviventi hanno anche asportato alcuni quadri di discreto valore e materiale tecnologico prima di darsi alla fuga. AL RIENTRO a casa i proprietari si sono trovati davanti non solo il buco sul portone, ma anche l’abitazione messa totalmente a soqquadro da chi, con ogni probabilità, nei giorni precedenti aveva preparato il blitz con grande attenzione. L’orario piuttosto inconsueto del raid predatorio lascia infatti supporre come gli autori abbiano studiato in modo scrupoloso movimenti e abitudini della coppia per avere la maggiore probabilità di accedere alla casa quando i proprietari non erano sul posto. Peraltro la tecnica del foro rimanda in qualche modo a quanto avvenuto il mese scorso in due circostanze a stretto giro di posta lungo la Statale in zona Borgo Tufico a poche centinaia di metri di distanza dallo svincolo per entrare in città. In quelle circostanze nello spazio di pochissimi giorni i ladri non avevano risparmiato due Autogrill prospicienti ai quali hanno avuto accesso nel cuore della notte sempre praticando dei fori sulle pareti murarie dei rispettivi locali. Modalità, appunto, piuttosto simili a quelle del caso dell’abitazione dei Fossi di Burano, una zona piuttosto appartata della città, ovvero nel tratto che da via Serraloggia conduce all’hinterland ad est di Fabriano. Notizia riferita da Alessandro Di Marco IL RESTO DEL CARLINO DI FABRIANO

credit foto by www.ilgazzettino.it

Precedente Grottammare, si schianta col furgone nel sottopasso. Grave il conducente Successivo La guerra nei disegni di Cominetti: prorogata la mostra