FABRIANO – Ladro di rame tradito dalla vernice

carabinieri

FABRIANO – ​Quattro denunce per furto in due distinte operazioni. Il contrasto ai reati contro il patrimonio, in particolare i furti, è una delle priorità della Compagnia Carabinieri di Fabriano che, con tutte le sue componenti, mette in campo ogni sforzo per raggiungere risultati di rilievo. Difatti, grazie alle Stazioni di Sassoferrato e Genga, i militari delle rispettive stazioni, guidate dai Luogotenenti Paolo Rinaldi e Giuseppe Alesci, hanno denunciato 4 giovani, 2 italiani e due romeni. I primi per tentato furto su un’autovettura in sosta, mentre i secondi per furto di rame. I due italiani, di anni 24 e 32, con numerosi precedenti di polizia, dopo essere stati sorpresi con fare sospetto in una località isolata del comune di Genga, sono stati poi riconosciuti come gli autori di un tentato furto su un’autovettura in sosta. Nei confronti di entrambi, è stata richiesta l’emissione di Foglio di via Obbligatorio per il comune di Genga. Per i due romeni, di anni 28 e 32, l’accusa è quella di furto aggravato per aver rubato i discendenti in rame presso l’abitazione di un sassoferratese, nonché di possesso ingiustificato di grimaldelli e porto abusivo di armi.
Nel corso delle indagini si scopre che uno degli autori, durante il furto, nel tentativo di asportare le grondaie in rame aveva rovesciato un barattolo di vernice, adagiato nei pressi dell’abitazione presa di mira, e che parte di quella vernice aveva imbrattato le scarpe degli autori, come successivamente scoperto in sede di perquisizione domiciliare nei confronti dei soggetti, già tenuti d’occhio dai militari sentinate. Anche nei confronti di costoro, oltre alla rituale denuncia per furto aggravato, il sequestro di arnesi da scasso, è stata inoltrata richiesta di Foglio di Via obbligatorio per il comune di Sassoferrato.

Daniele Gattucci

Precedente Ascoli in lutto ​per la scomparsa dell'avvocato Carosi Successivo Ladri negli uffici dell’Area Vasta: spariti farmaci e vaccini per animali