Fabriano – Lago Villò, morta capostipite e fondatrice del ristorante

Lago di villò

A CANCELLI HA OSPITATO GENERAZIONI DI FABRIANESI

FABRIANO ULTIMO SALUTO ieri pomeriggio all’83enne Marisa Occhicupi, originaria della località laziale di Sacrofano, ma da decenni residente a Fabriano. Proprio lei, infatti, è stata la capostipite della conosciutissima attività di famiglia, ora guidata dal figlio Astolfo Villò e dai nipoti. Il «lago Villò» di Cancelli, inaugurato nel lontano 1979, da sempre è stato gestito da Marisa e il suo nucleo familiare assieme all’attiguo ristorante «Le fonti del Giano». Tanti i ricordi commossi e affettuosi nei confronti della donna che negli ultimi tempi era in condizioni di salute cagionevoli, ma che è sempre rimasta attiva proprio all’interno del lago di Cancelli, la frazione in cui si è tenuto il rito funebre prima della tumulazione nel cimitero di paese. In tanti hanno voluto portare la loro testimonianza tra gli assidui frequentatori del lago che con il bel tempo viene regolarmente preso d’assalto da centinaia di appassionati pescatori, molti dei quali poi assieme alle famiglie spesso di fermano al ristorante. Tra chi ben conosceva la donna anche il consigliere comunale Silvano D’Innocenzo che la ricorda con grandissimo affetto. «Quante domeniche afferma D’Innocenzo ho passato insieme agli amici al lago, Inconfondibile era la sua voce che ad ora di pranzo sollecitava a lasciare la struttura per recarsi a mangiare». ANCHE quando è rimasta vedova, Marisa ha continuato a seguire da vicino gli sviluppi di un’attività imprenditoriale a tutto tondo che ha ospitato diverse generazioni di fabrianesi (sopra una foto d’epoca), ma anche pescatori provenienti da fuori, in quanto l’accogliente lago artificiale è sempre stato molto popolato di carpe, trote e similari. Dopo l’apertura al pubblico del lago, la famiglia Villò ha deciso di attivare anche un punto di ristoro, prima una sorta di bar e poi proprio il ristorante.

FONTE IL RESTO DEL CARLINO -Alessandro Di Marco-

Precedente Guidava ubriaco un’auto senza assicurazione e già confiscata: maxi multa Successivo Carnevale, settimana molto ‘grassa’: ecco tutti gli appuntamenti