Fabriano – Le attività commerciali e l’Amministrazione Comunale -di Claudio Biondi-

Claudio Biondi

(Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa) Se si voleva dare una mano al commercio locale,tutto si poteva fare ma mai prendere quelle decisioni, quei provvedimenti, che non stanno nè in cielo nè in terra ma che daranno, questo si, il colpo di grazia a tutti quei negozi e attività commerciali che sono oggi in grande difficoltà. Ci riferiamo alla trasformazione dei parcheggi liberi a pagamento con il relativo aumento della tariffa ,e poi allo spostamento delle fermate dei Pullman da p.le Matteotti al parcheggione del Cimitero di S.Maria,e poi, “ciliegina sulla torta” la trasformazione del Piano Regolatore, cambiando la destinazione in Via Dante da area verde ed abitativa in Commerciale per permettere la realizzazione di un nuovo Discount,tutto ciò in cambio di una rotatoria da realizzare all’incrocio della Pisana.Se c’erano delle decisioni da “non” prendere erano proprie queste, ma…..da questi nostri Amministratori c’è da aspettarsene di tutte!!!!! Oggi a Fabriano donando una rotatoria o qual cos’altro al Comune si può fare ed ottenere di tutto. Il Piano Regolatore, il Regolamento Edilizio e tutte le varie normative di legge in materia sono per loro “carta straccia”.Non è questo il primo caso, l’Amministrazione Sorci sempre di sinistra, ha trasformato a suo tempo un area verde, in zona Borgo, in commerciale  in cambio della realizzazione di uno stabile per la Croce Rossa.Abbiamo visto tutti tra l’altro come è andata a finire,un’altra incompiuta. Anche la CGIA e CNA ovvero le associazioni di categoria delle piccole imprese si sono dichiarate contrarie a quest’ultima scelta.Ci domandiamo sempre e con maggiore insistenza,alla luce di certi provvedimenti se i nostri Amministratori Comunali si rendono conto della grave situazione economica che Fabriano sta da tempo vivendo. Con più di 5.000 cassaintegrati,con tante aziende locali che stanno riducendo il personale,con molti negozi ed attività commerciali che hanno chiuso,non ultima la chiusura dell’Officina Meccanica alla stazione FS,come si fa ad eliminare i parcheggi liberi e trasformarli a pagamento ed addirittura aumentarne il costo? Al centro storico e non solo non andrà più nessuno a parcheggiare, andranno tutti in periferia nei vari centri commerciali che hanno ampi parcheggi e gratis. Al Sindaco e alla sua Giunta interessa solo far “cassa” e i Cittadini dovrebbero,come facciamo noi,vedere anche come questi soldi pubblici vengono spesi,nè vedrebbero delle belle!!!! Per esempio come si fa a deliberare una spesa di ben 82.000,oo Eur.(vedi Delibera n°n133 del 20/10/2015) per la ” Riorganizzazione e Razionalizzazione del Comune” quando non ci sono i soldi per chiudere le buche,per fare la segnaletica,per comprare le lampadine dei lampioni,per pulire i bagni pubblici ecc.Certe cose ,certi provvedimenti ci lasciano senza parole c’è chi non arriva a fine mese e che invece qualcuno come alcuni dipendenti del Comune che oltre lo stipendio,prendono il 2% sulle progettazione e direzione dei lavori Legge Merloni,e il bonus di fine anno.Tutto questo non è giusto,e non è assolutissimamente corretto che quando mancano i soldi siamo sempre noi a pagare e fare sacrifici,loro no!!!! E pensare che Sagramola con i Partiti che lo sorreggono si stanno già preparando per la seconda legislatura. I Fabrianesi a questo punto dovrebbero riflettere ” sbagliare è umano perseverare è diabolico.”

Claudio Biondi

Precedente Muccia, schianto in auto: straziante addio a Devid Forti, studente di 20 anni Successivo Guardie giurate sventano furto: tre arresti