Fabriano – L’influenza “stende” anche l’ospedale

tmp_16474-Ospedale-10157773

Ammalato un fabrianese su tre, il pronto soccorso sta esplodendo
«Fortunatamente il virus influenzale di questo inverno finora non sembra troppo invasivo», afferma Giorgio Saitta nella doppia veste di medico e assessore comunale alla sanità
Il clou si è registrato lunedì, quando sono stati ben 14 i ricoverati giornalieri a fronte di otto posti letto e dunque si è dovuto trovare soluzioni tampone per gestire una vera emergenza
IL PICCO dell’influenza mette a letto un fabrianese su tre e manda in tilt l’ospedale Profili, a cominciare da un pronto soccorso mai così affollato. Il clou si è registrato lunedì, quando sono stati ben 14 i ricoverati giornalieri a fronte di otto posti letto e dunque si è dovuto trovare soluzioni tampone per gestire una vera emergenza. «Purtroppo conferma il direttore Elio Palego questo è il periodo clou dell’influenza e in tanti si presentano da noi per chiedere aiuto ed esami. Ovviamente in Pronto soccorso decidiamo di trattenere soltanto i casi più significativi, ma a volte nemmeno questa selezione è sufficiente. LO STESSO mi pare che valga per gli altri reparti, da medicina a cardiologia, dove in queste ore i ricoveri sono in continuo aumento, in quanto soprattutto le persone anziane che soffrono di loro di determinate patologie in caso di influenza si trovano ulteriormente debilitate». Insomma, al Profili’ è un vero e proprio pienone senza contare le lunghe file ed attese al Pronto soccorso, fenomeno inversamente proporzionale a quanto avviene in fabbriche, uffici e soprattutto scuole che si svuotano per il propagarsi del virus di stagione innescato da un meteo totalmente ondivago e zeppo di saliscendi in cui in pochi giorni si passa da temperature quasi primaverili fino a scendere sotto lo zero e viceversa. Secondo i calcoli dei medici di base da inizio gennaio ad oggi praticamente un fabrianese su tre ha dovuto fare i conti con forme influenzali più o meno forti ed in particolare molto colpiti sono i bambini come dimostra il numero elevatissimo di defezioni in scuole e ancor di più asili dove da inizio settimana ad oggi in alcuni casi le assenze superano il 50%. «Fortunatamente il virus influenzale di questo inverno finora non sembra troppo invasivo», afferma Giorgio Saitta nella doppia veste di medico di base e assessore comunale alla sanità. «In ogni caso sono davvero tanti i fabrianesi che stanno facendo i conti con la patologia tipica del periodo e forse un po’ dipende anche dalle limitazioni a carattere nazionale che sono state recentemente imposte per l’effettuazione delle vaccinazioni. Con un minor numero di profilassi, è naturale che soprattutto i soggetti più deboli, compresi gli anziani, vengano presi di mira dall’influenza. Fin qui, comunque, in Comune non abbiamo notizia di casi particolarmente eclatanti, tuttavia il consiglio è sempre quello di evitare di intasare le strutture sanitarie pubbliche e rivolgersi sempre e comunque al proprio medico di famiglia come interlocutore di riferimento».
FONTE IL RESTO DEL CARLINO Alessandro Di Marco 

Precedente Ancona, spese pazze ad Aerdorica: spunta una donna misteriosa Successivo Basket: Wright riprende dopo la contrattura