Fabriano – Lo Spirito e La Terra 2016 – appuntamenti dal 27 al 29 maggio

lo-spirito-e-la-terra

Lo Spirito e La Terra 2016 – 27/29 maggio

VI ASPETTIAMO A FABRIANO
DAL 27 AL 29 MAGGIO
CON IL MERCATINO DELLE ERBE SPONTANEE, OFFICINALI E DEGLI ORTI
E “APPENNINO DA RIVIVERE”

INFO: 334 7844606
[email protected]

>> Il Mercatino delle erbe spontanee, officinali e degli orti <<
Fabriano – Loggiato S. Francesco
mercatino con percorsi sensoriali e conoscenza delle erbe spontanee
ed aromatiche della nostra terra
Programma:
da venerdì 27 a domenica 29
>> a Fabriano, loggiato S. Francesco
dalle ore 9:00 alle ore 23:00 è disponibile
– l’ info point de Lo Spirito e La Terra

venerdì 27 maggio >>
ore 9:00 / 23:00
Apertura del giardino sensoriale e dei Mercatini fioriti
ore 10:30 /12:30
Laboratorio per la lavorazione dei cesti di vimini
ore 14:00 /16:00
Progetto “Ti Riconosco” con le scuole primarie
ore 20:00 – cena (su prenotazione all’info point) – presentazione della gastronomia
locale
ore 22:00 – Loggiato S. Francesco – intrattenimento con musiche popolari
presentazione del Verdicchio

sabato 28 maggio >>
ore 9:00 / 23:00
Apertura del giardino sensoriale e dei Mercatini fioriti
ore 09:00 /12:00
Progetto “Ti Riconosco” per le scuole primarie
ore 16:00 /17:15
Incontro con l’Agrotecnico Moreno Pesaresi che spiegherà le tecniche di estrazione
o recupero di piante spontanee ed officinali
ore 18:00 – Galleria delle arti – inaugurazione della mostra personale di Vladimir
Khasiev “Lo Spirito dell’Appennino, interpretazioni dei silenzi delle Abazie in
acquarello”
ore 20:00 – cena (su prenotazione all’info point) – presentazione della gastronomia
locale
ore 22:00 – Video proiezione “Il territorio si presenta”, eccellenze territoriali –
enogastronomia e territorio – a cura di Hesis
presentazione del Verdicchio

domenica 29 maggio >>
ore 9:00 / 23:00
Apertura del giardino sensoriale e dei Mercatini fioriti
ore 09:30/14:00
”L’Ortica Amica” con Margherita Totori e La Fabbrica del Gusto, dal prato al piatto
ore 16:30/17:30
”Profumo di Sapone” dimostrazione di Federica Satolli
Nell’ambito del Festival Lo Spirito e La Terra 2016 – a cura di:
Lo Spirito e La Terra, Margherita Totori,
Fiorai: Punto Verde, Idea Fiore, Pierina
Il Maggio per le coltivazioni in biologico e per la fornitura delle essenze
Il Maestro Stopponi per lavorazione dei cesti di vimini
Marina Leporini per la creazioni con tessuti naturali di contenitori per la
conservazione delle essenze aromatiche, cuscini di alloro, lavane e rosmarini
Gioia Gaspari, esperta di Tisane naturali con erbe spontanee, Saponi e creme per la
cura del corpo naturali
Andrea e Federica Satolli
Il Laboratorio del Gusto
Agrotecnico Moreno Pesaresi
Giovanna Alianello, oggetti e cuscini di lavande ed erbe aromatiche e biologiche
Monastero S. Margherita, cuscinetti di lavanda

 

>> APPENNINO DA RIVIVERE <<
da un’idea di FEDERTREK
un dibattito di parole e cammino su l’Appennino protagonista nella nostra Terra.
Il Territorio dell’Entroterra Marchigiano si presenta.
Nell’ambito del Festival Lo Spirito e La Terra 2016 – a cura di:
Lo Spirito e La Terra, Federtrek, Città di Fabriano, Fondazione CR, Veneto Banca,
Comuni di Cupramontana, Genga, Sassoferrato, Serra S. Quirico, Cerreto D’Esi,
Parco Naturale Gola della Rossa e Frasassi, Unione Montana Esino Frasassi, Gal Colli
Esini S. Vicino, WWF Marche, Cai Fabriano, Gruppo micologico Fabriano, Ass. Valle
del Sentino, Gruppi Scout Fabriano1 e Fabriano2, Ass. Oltre l’Altro, coop.
Happennines, Fabricamenti, Acheomega, InArte, Ass. Commercianti, Ais Marche,
Protezione Civile Fabriano, Hesis.
Col patrocinio di Regione Marche, di Gal Colliesini e S. Vicino ed in gemellaggio con il
Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili
Programma:
da venerdì 27 a domenica 29
>> a Fabriano, loggiato S. Francesco
dalle ore 9:00 alle ore 23:00 è disponibile
– l’ info point de Lo Spirito e La Terra

venerdì 27 maggio >> L’accoglienza
ore 16:00 – arrivo a Fabriano / accoglienza de Lo Spirito e La Terra 2016
ore 18:00 – apertura del Convegno ”Appennino da Rivivere” – piano terra sala
Biblioteca R. Sassi
– le Autorità, le rappresentanze territoriali, la direzione del Festival, Paolo Piacentini
Presidente di Federtrek, danno il benvenuto agli intervenuti e presentano il
territorio,
– presentazione del volume “Monasteri del Terzo Millennio, la forza rivoluzionaria
della spiritualità nella società consumistica” di Maurizio Pallante
– “La dimensione scientifica dell’enciclica Laudato si’” incontro con Mario Cirillo,
Responsabile Servizio Valutazione Ambientale ISPRA
ore 20:00 – cena (su prenotazione all’info point) – presentazione della gastronomia
locale
ore 22:00 – Loggiato S. Francesco – intrattenimento con musiche popolari
presentazione del Verdicchio
sabato 28 maggio >> Il territorio si presenta
proposte differenziate durante tutto l’arco della giornata di Trekking naturalistici /
esperienziali / sociali / urbani, in differenti livelli di difficoltà, organizzati dalle
associazioni di cammino locali – tutti i trekking partiranno o termineranno presso
una Abazia
– ove non diversamente specificato la partenza dei trekking è prevista dal
“parcheggiane di Viale Moccia” – le Navette verso e da i luoghi di cammino dei
Trekking devono essere prenotate all’info point
– Per i pranzi al al sacco, chiedere all’info point come potete eventualmente
rifornirvi – alcuni trekking prevedono anche una sosta pranzo in luoghi di eccellenza
gastronomica – consigliamo di leggere i dettagli di ciascun trekking
Lungo uno dei percorsi sarà disponibile una joëlette, speciale carrozzina, messa a
disposizione dal Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili, che permette a
persone non deambulanti di partecipare alle escursioni in natura. Un’occasione per
conoscerla e per una persona con difficoltà motorie di camminare con noi. Chiedete
informazioni all’info point prima della partenza.
PROPOSTE TREKKING:
– (* nr. 1) / WWF
Ore 19:00/22:00 – livello: trekking facile
– Castello di Genga, Vallescappuccia con “canto del Lupo al tramonto”, vedere
ulteriori info (*)
– (nr. 2) / Scout F1 / F2 / Oltre l’Altro
Ore 8:30/16 – livello: trekking di media difficoltà
– S. Silvestro, Valleremita, Abbazia di Valdisasso, dove Padre Ferdinando Campana
accoglierà i camminatori per una percorso di meditazione (ore 11:30 circa)
Pranzo a Valleremita (su prenotazione: a Info point prima della partenza)
poi si prosegue verso Prati di Rogedano, Trufigno, Abbazia di S. Biagio in Caprile
– (nr. 3) / Gruppo Micologico
Ore 7:30/13:00 – livello: trekking facile
– Abbazia di Valdicastro, Pian dell’Elmo
Pranzo all’agriturismo di Valdicastro (su prenotazione: a Info point prima della
partenza)
– (** nr. 5) / CAI
Ore: 8:15/16:00 – livello: trekking facile
Valle delle prigioni / Eremo di S. Girolamo / Pascelupo
Pranzo al sacco
– (nr. 6) Fabricamenti / Archeomega
ore 16:30/19:30 – ritrovo e inizio da Loggiato Buon Gesù (Loggiato S. Francesco/
lato opposto dell’info point) – livello: nessuna difficoltà
– “DERIVE/percezioni urbane ”: esperienza di esplorazione urbana per scoprire
luoghi e talenti della città di Fabriano.
PROSEGUO DEGLI APPUNTAMENTI CON:
ore 18:00 – Galleria delle arti – inaugurazione della mostra personale di Vladimir
Khasiev “Lo Spirito dell’Appennino, interpretazioni dei silenzi delle Abazie in
acquarello”
ore 20:00 – cena (su prenotazione all’info point) – presentazione della gastronomia
locale
ore 22:00 – Video proiezione “Il territorio si presenta”, eccellenze territoriali –
enogastronomia e territorio – a cura di Hesis
presentazione del Verdicchio

domenica 29 maggio >> Le Abbazie
proposte differenziate durante tutto l’arco della mattinata di Trekking naturalistici,
in differenti livelli di difficoltà, organizzati dalle associazioni di cammino locali – tutti
i trekking partiranno o termineranno presso una Abazia
– ove non diversamente specificato la partenza dei trekking è prevista dal
“parcheggiane di Viale Moccia” – le Navette verso e da i luoghi di cammino dei
Trekking devono essere prenotate all’info point
– Per i pranzi al al sacco, chiedere all’info point come potete eventualmente
rifornirvi – alcuni trekking prevedono anche una sosta pranzo in luoghi di eccellenza
gastronomica – consigliamo di leggere i dettagli di ciascun trekking
PROPOSTE TREKKING:
– (nr. 1) CAI/ Scout F1 / F2 / Oltre l’Altro
Ore 8:00/13 – livello: trekking di media difficoltà
– Grotte / Grottafucile / Castelletta / Vallacera / Madonna della grotta
(è questo un pellegrinaggio tradizionale dell’ultima domenica di maggio)
– (*** nr. 2) Happennines Sassoferrato / Valle del Sentino
Ore 8:00/13 – livello: trekking solo per esperti e solo su prenotazione
– Abbazia s. Vittore delle Chiuse, Genga / Foro degli Occhialini / Grotta del
mezzogiorno
– (nr. 3) Gruppo Micologico
Ore 8:00/13 – livello: trekking facile
– Prati di Rogedano e Monte Puro
13/15:00 – saluti
Proponiamo un pacchetto “camminatori”
comprensivo di:
– 2 pernottamenti, in Hotel 3 o 4 stelle in camera doppia, con prima colazione
– 2 cene con voucher da spendere liberamente fra i ristoratori del centro
storico
– organizzazione / animazione / coordinamento / degustazioni
(esclusi i pranzi)
costo del pacchetto: 120Euro
– per chi viene da oltre 200 Km il costo è ridotto a 99 Euro
– per chi viene da oltre 150 Km il costo è 109 Euro
Il pacchetto deve essere prenotato in anticipo compilando il form all’indirizzo:
http://www.lospiritoelaterra.it/prenotazioni/maggio2016/index.php
L’organizzazione si riserva la possibilità di variare i percorsi per la migliore riuscita
dei medesimi.
INFO: Lo Spirito e La Terra, Fabriano Festival 2016
Tel. 0732 23114 / 334 7844606
[email protected]
sabato 28/05
(*) nr. 1
WWF – Genga, Vallescappuccia con “canto del Lupo al tramonto”
Serata dedicata alla conoscenza della biologia, ecologia e conservazione del Lupo Canis lupus italicus, organizzata dal wwf marche in collaborazione con il parco gola della rossa e di frasassi.
Ritrovo alle 19.00 nel castello di Genga, nei locali gentilmente offerti dalla famiglia Barberis Fiumi Sermattei, dove verrà effettuata una presentazione power point sul lupo attraverso il mito, le leggende e la realtà biologica scientifica di questo magnifico carnivoro, superpredatore di erbivori selvatici degli ecosistemi appenninici, illustrando anche i monitoraggi e i recenti dati di mappaggio genetico in collaborazione con l’Ispra, della popolazione di Lupo , presente nella parte di appennino umbro marchigiano e marchigiano , ricadente in provincia di Ancona.
Alle 20.15 partenza con mezzi propri per Vallescappuccia , dove, con un abbigliamento di base (scarponcini e torcia frontale), basso grado di difficoltà, dopo circa 20 minuti di breve trekking ,
effettueremo una sessione di wolf howling al silenzio nella magica atmosfera notturna di Vallescappuccia. Jacopo Angelini presidente comitato tecnico scientifico parco gola della rossa e di Frasassi delegato wwf italia per la regione marche. Numero massimo di persone : 50
(**) nr. 5
ESCURSIONE: VALLE DELLE PRIGIONI.
EREMO S. GIROLAMO (666m N 43° 23′ 26.55” E 12° 44′ 43.65”)
PASCELUPO (527m N 43°23′ 57.09” E 12° 45′ 05.38”)
PERCORSO : DIFFICOLTA’ : E DISTANZA 12,4 KM DISLIVELLO 721M
MATERIALE CONSIGLIATO: Scarponcini da trekking, bastoncini, zaino con alimenti e bevande.
TEMPO DI PERCORRENZA: 4 h CIRCA
(**) nr. 6
“Derive/percezioni urbane”.
La nostra azione prende spunto dalla “deriva urbana”, una tecnica di esplorazione utilizzata dal movimento Situazionista, attivo negli anni 60. Immergersi in una Deriva, significa lasciarsi andare alle sollecitazioni dell’ambiente, scegliere in modo non razionale il percorso da seguire, smarrirsi consapevolmente fra le pieghe della città.
Chi partecipa, si lascia trasportare in un percorso emotivo dalle suggestioni e sensazioni che la città ispira, seguendo direzioni assolutamente accidentali, fuori da itinerari turistici prestabiliti.
Non è un semplice perdersi romantico, ma un modo consapevolmente istintivo e sensoriale di intendere la città. Si tratta di una conoscenza rinnovata che scaturisce dall’inte(g)razione del soggetto con il paesaggio, il cui carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o antropici e dai loro scambi reciproci. Ai partecipanti la città si svelerà nei suoi elementi architettonici, ma soprattutto nelle passioni che la permeano e la plasmano ogni giorno: la città del fare mostrerà tutto il suo fascino e splendore grazie all’inventiva e all’originalità dell’Associazione. Per questo avremmo bisogno del contributo di tutta la cittadinanza, disseminando lungo le vie, in modo imprevisto, degli “elementi di attrazione” che siano manifestazioni del carattere della città, del suo peculiare modo di respirare e aspirare.
Un lavoro in rete, sinergico, che nasce dalla valorizzazione e dalla cooperazione delle rispettive competenze e tende alla creazione di un progetto comune, volto a rivoluzionare la fruizione turistica tradizionale della nostra città. In concreto, fissati il punto di partenza e di arrivo, nel tempo di due ore i partecipanti potranno camminare senza regole di orientamento prestabilite, esplorando e sperimentando tutti i percorsi possibili, cogliendo o meno le sollecitazioni che gli “elementi di attrazione”, incontrati casualmente lungo il cammino, sapranno innescare.
Ciascun partecipante sarà dotato di una cartina e sarà libero di portare con sé gli strumenti più idonei all’esplorazione per fissare le sensazioni e catturare l’esperienza urbana. Alla fine dello “stravagante percorso”, una volta arrivati nel punto di arrivo, chi vorrà potrà condividere con gli altri le proprie emozioni, riflessioni e considerazioni.
domenica 29/05
(*** nr. 2)
ESCURSIONE – LA LUCE, IL BUIO
San Vittore delle Chiuse, Foro degli Occhialoni, Grotta del mezzogiorno
LO SPIRITO: Visiteremo l’ABBAZIA di San Vittore delle Chiuse e cercheremo di capire insieme lo Spirito che la pervade
LA TERRA: Grotte, emergenze naturalistiche e panorami che non t’aspetti: la scoperta del mondo carsico di  Frasassi sarà il cuore dell’escursione.
Ci muoveremo per i sentieri mappati su carta Kompass, nel Parco Gola della Rossa-Frasassi.
DIFFICOLTA’: EE escursionisti esperti
NUMERO CHIUSO: Per meglio organizzare l’evento comunica la tua presenza direttamente
all’organizzazione del Festival 334 784 4606
DURATA: circa 4 ore, comprese pause, visite e sosta merenda.
PROGRAMMA
8.00 – Ritrovo presso il Parcheggio di V.le Moccia a Fabriano con gli organizzatori del Festival e partenza
8,30 – ritrovo a San Vittore delle Chiuse, Genga
Orario previsto per il rientro alle auto intorno alle 13,00.
Si raccomandano: scarponcini da escursionismo, giacchetto anti-vento, k-way, camicia, cappello, acqua, cibo, torce, medicinali personali, occhiali da sole, crema solare, documenti ed effetti personali


Precedente L'Oroscopo di oggi gli astri del Borghigiano Successivo Cerreto d'Esi - Banda degli abbracci, denunciate due romene di 26 anni