Fabriano – Matrimoni in netto calo, spese minime

matrimonio

FABRIANO – LA CRISI fa scendere in picchiata il numero dei matrimoni sia civili che religiosi celebrati in città. Dai 90 riti del 2013 (55 in chiesa, 35 in Comune) si passa ai 73 del 2014 sempre con i religiosi (45) davanti ai civili (28). Chiara, insomma, la tendenza al ribasso se si considera che in passato si era arrivati anche a sforare quota cento. «E poi c’è la questione del budget veramente limitato», afferma Mauro Bartolozzi nella doppia veste di presidente cittadino di Confcommercio e organizzatore di diverse convention per futuri sposi. «Negli ultimi tempi molto è cambiato nell’approccio al fatidico sì. Fino agli anni scorsi c’era chi non rinunciava a nulla per il grande giorno e arrivava a spendere anche 30mila euro tra tutto ciò che ruota attorno alle nozze. Ora, invece, vediamo coppie sempre più spesso accompagnate da propri figli che per ufficializzare la loro unione puntano a cerimonie in economia. Matrimoni, per capirci, da 3mila euro tutto compreso con banchetti per pochi intimi, abiti low cost e niente viaggio di nozze o al massimo chiesto come regalo agli invitati o ancora acquistato su internet con la formula del last minute». Segno dei tempi e di un’attenzione alla cassa figlia delle difficoltà del distretto locale. «E’ sintomatico – aggiunge Bartolozzi – anche il caso delle convention dedicate a chi intende sposarsi. Nei primi anni in cui si organizzavano questi eventi la partecipazione era elevatissima. In alcuni casi si arriva a 150 coppie che chiedevano informazioni ed iniziavano ad organizzarsi, mentre ora si è scesi drasticamente fino ad una media di una quindicina di coppie».

Notizia riferita dal Resto del Carlino di Fabriano

credit foto by http://www.quotidiano.net/

Precedente Ospedali Riuniti di Ancona, gli obiettivi del piano triennale di Michele Caporossi Successivo Vandali alla media Bacci: identificati e denunciati quattro ragazzi