Fabriano – Mercatini, l’Archeoclub critica il Comune

pallina-albero-natale

– FABRIANO – I MERCATINI di Natale fanno litigare Archeoclub e Comune. La sezione cittadina della nota associazione no profit lamenta quella che ritiene una doppia forzatura nei confronti della propria iniziativa, prima con la richiesta di soldi per la location delle bancarelle di Santa Lucia e poi con lo sfratto’ dal Mercato coperto di piazza Garibaldi, tradizionale sede della due giorni prenatalizia. «Sinceramente fanno sapere dall’associazione è come se ci fosse una sorta di ingiustificato ostruzionismo nei nostri confronti. Non ne capiamo il motivo in quanto con l’ente municipale abbiamo sempre collaborato anche per altre iniziative al di fuori di quelle del Natale e pure durante le riunioni per la preparazione del cartellone delle festività c’è sempre stato un dialogo proficuo e di massima disponibilità ad unire le forze». Poi, però, il doppio motivo di conflitto. «Pochi giorni prima del mercatino di Santa Lucia tenutosi nell’edificio del Museo della Carta ci è arrivata la richiesta di pagamento di 210 euro per l’affitto della location che, invece, noi pensavamo essere gratuita come unico mercatino natalizio in città. Il 20 e 21 dicembre, invece, il successivo mercatino non si è più potuto tenere al Mercato coperto perché il Comune ci ha notificato che era inagibile, nonostante in quell’edificio ci siano attività commerciali tuttora operative. Abbiamo rischiato che l’evento saltasse, poi, per fortuna, don Alfredo Zuccatosta ha ospitato le oltre venti bancarelle all’interno del chiostro della chiesa».

Fonte Il Resto del Carlino -Alessandro Di Marco-

Precedente La droga si compra su internet Arrestata la "cyber spacciatrice" Successivo San Benedetto, pescatore trovato morto nella sua barca