Fabriano – «Mi hai urtato l’’auto risarciscimi subito» Anziana sventa truffa al Borgo

anziana guida

Fabriano – «Mi hai urtato l’’auto risarciscimi subito o chiamo i carabinieri» Anziana sventa truffa del finto incidente al Borgo. Ormai siamo veramente alla frutta, umiliare una donna anziana al volante per non aver commesso nulla è un atto ignobile e inqualificabile. Una anziana residente in una frazione del Comune di Fabriano, finita nel mirino di una truffa ben architettata, e fortunatamente ne è uscita indenne grazie alla sua lucidità e fermezza. La donna, nonostante il fatto sia successo settimane fa precisamente un sabato mattina, e il figlio abbia segnalato telefonicamente il fatto alle forze dell’ordine, ci ha raccontato questo episodio dai “contorni” analoghi rispetto a quelli già accaduti in passato nel nostro territorio della cosidetta “truffa dello specchietto” ma in questo caso il truffatore in macchina con la moglie o compagna, ha dato sfogo a tutta la sua arte di recitazione e fantasia. La donna, era a bordo della sua utilitaria e stava uscendo dal parcheggio in via Martiri della Libertà (Zona Conad per intenderci), e mentre si avviava, un utilitaria gli si è messa davanti fermandosi e facendo delle manovre per trovare posto nel parcheggio. Forse il truffatore si è fermato per vedere la sua “preda” e dare inizio al suo piano. La donna avviandosi in strada per ritornare in casa, sulla strada principale, è stata raggiunta verso l’uscita di Fabriano da questa persona, non di Fabriano dall’accento, e mentre si agitava suonando il clacson, ha chiuso la strada alla donna obbligandola a fermarsi, un tipico inseguimento da film. L’uomo non è sceso dalla sua utilitaria, e insieme alla sua compagna gli hanno detto: “Sei scappata via eh? Mi hai rovinato la macchina” e indicava sia la fiancata sia la parte posteriore, come se fosse stato tamponato ed essere stato “rigato” contemporaneamente nella parte del lato guida. Non contento di aver messo in agitazione e nel panico la donna anziana, la compagna ha continuato urlando: “Ho preso il numero della tua targa e ora chiamo i carabinieri e ti denuncio”. La donna anziana con molto sangue freddo, ha risposto dicendo. “Sentite io non ho fatto nulla e se dovete chiamare i carabinieri, chiamateli”. Tornata a casa si è resa conto di aver sventato la truffa in quanto la sua autovettura non ha mai subito incidenti ed è veramente nuova di zecca da sempre.La signora è rimasta angosciata per molti giorni: “Non mi aspettavo una simile cattiveria, proprio a me che non ho mai provocato un incidente, e rispetto sempre i limiti di velocità, la raccomandazione è dunque quella di non cedere alla richiesta di denaro in contanti e soprattutto, di non lasciarsi prendere dal panico, aggiunge la signora che ha sventato la truffa: “Se prima usavo 100 occhi, ora ne userò il doppio”

(SEGNALAZIONE)

Precedente Sant'Elpidio a Mare, incidente davanti casa: ferito un uomo Successivo Nuova Difesa civica nelle Marche