Fabriano, musica e stand alla Festa della felicità

argignano

EVENTI D’ESTATE Al via la 32a edizione della Festa della felicità nella frazione di Argignano. Il clou con la consegna dei premi ai vincitori della settima edizione del premio Castello di Argignano che si svolgerà il 18 luglio alle 19.30 al circolo Fenalc. Diego Mingarelli e Franco Tobaldi, i fabrianesi illustri scelti dalla giuria rispettivamente per la categoria junior e senior. «Due personaggi che stanno dando lustro alla città anche fuori dai confini regionali. Pur rimanendo sempre ancorati alle radici cittadine», una delle motivazioni che hanno portato a questa scelta come spiega l’ideatore del premio, nonché componente del direttivo del circolo Fenalc, Daniele Gattucci. Prima di sabato, tutte le sere saranno contraddistinte dalla musica e dagli stand enogastronomici. Spazio anche alla cultura con il concorso per poesie e gigantopitture. Ma l’attesa è soprattutto per la serata di sabato con un premio che, nel corso di questi anni, ha avuto una crescita esponenziale di notorietà. E i numeri lo testimoniano. Oltre 80 candidature pervenute, con il direttivo «che ha faticato non poco per individuare i vincitori di quest’anno». Alla fine la scelta è caduta per la categoria junior sull’imprenditore 37enne Diego Mingarelli, mentre per la categoria senior sul medico 69enne Franco Tobaldi. Mingarelli è titolare dell’azienda di famiglia, Diasen, che si contraddistingue per la produzione di soluzioni ecologiche e sostenibili per l’edilizia e che impiega circa 40 dipendenti. A soli 30 anni è divenuto presidente del comitato territoriale di Confindustria. Nel 2012 è entrato nel consiglio direttivo di Confindustria Ancona come consigliere delegato per l’internazionalizzazione e da maggio 2015 è entrato in Confidustria Marche. Franco Tobaldi, laureato e specializzato con il massimo dei voti, ha sviluppato l’attività chirurgica addominale, vascolare, senologica, riorganizzando i reparti nell’ospedale cittadino. Accanto ad un nuovo sito internet, conclude Gattucci, «anche quest’anno abbiamo deciso di conferire un premi ad un ospite d’onore. È stato scelto il Canta-maggio fabrianese, simbolo di tradizione ed eccellenza cittadino». FONTE IL MESSAGGERO -Claudio Curti

Precedente Ancona, nella rete c'era la bomba antinave Intervengono gli artificieri della Marina Successivo "Banca Marche, la crisi è vicina alla soluzione"