Fabriano – Nuovi megastore, negozianti furiosi

Megastore

FABRIANO «Non siamo stati né informati né coinvolti». Il presidente della sezione fabrianese della Confcommercio, Mauro Bartolozzi, non nasconde il fastidio sulla vicenda della probabile approvazione da parte della maggioranza della proposta avanzata dalla ditta ascolana Magazzini Gabrielli: in buona sostanza, da una parte l’azienda costruirà la rotatoria alla Pisana, dall’altra otterrà il cambio di destinazione d’uso di un’area che passerà da verde, gioco e sport a commerciale. Dove sarà costruito un centro che ospiterà il McDonald’s. Mentre nell’ area dove sorge la storica casa, con annesso il primo laboratorio, di Aristide Merloni sorgerà – dopo la bonifica a carico del privato – un discount Oasi o Tigre. Dopo le lamentele delle opposizioni, ecco ora i commercianti. «Si tratta di medie strutture commerciali che all’estero si stanno chiudendo dopo il boom degli anni scorsi per tornare ai negozi di vicinato. Mi sembra che ci si stia svendendo per un piatto di lenticchie e non va bene. È accaduto al Borgo favorendo nuova edilizia a discapito di aree verdi e si prosegue su questa strada», sbotta Bartolozzi. Oltre a problemi di viabilità e sicurezza che potrebbero esserci in via Dante con queste due nuove strutture commerciali, «credo che sia un’utopia pensare che attraverso il commercio si possa risollevare l’occupazione». Piuttosto occorrerebbe pensare ad una rivisitazione complessiva del Prg «per smetterla di andare avanti con varianti» e poi «con piano urbano del traffico e del commercio». Bartolozzi non nasconde la preoccupazione «perché si sta andando avanti senza un progetto complessivo e di prospettiva». Anche in campo turistico, «con una tassa di soggiorno che ci si appresta a varare da questa maggioranza». Una battuta, infine, anche per l’approdo del McDonald’s in città. «Cosa si può dire dopo che è presente anche all’Expo? Questo non significa che io sono d’accordo, anzi. Ma credo che il Km zero e la tipicità debba rappresentare l’obiettivo da proteggere e valorizzare, prima di tutto. Mi auguro che la politica possa coinvolgere la città tutta per cercare nuove e durature forme di sviluppo». FONTE IL MESSAGGERO -Claudio Curti-

Precedente Sgozzato nel bosco, finto profilo Facebook di Igli Meta: scatta la denuncia Successivo San Benedetto, sequestrati 63 kg di pesce ed emesse sanzioni per 20 mila euro