Fabriano – Officina ferroviaria, si apre uno spiraglio

deposito-ferrovie-fabriano

Scongiurare la chiusura del deposito-officina ferroviario trasformandolo in un centro manutenzioni. Questa l’idea che mercoledì, nella sede del ministero Infrastrutture e Trasporti, il segretario della Filt-Cgil Fabrizio Fabbietti e il consigliere regionale Enzo Giancarli hanno avanzato al direttore regionale Trenitalia Franco Delrosso e al sottosegretario Umberto Del Basso De Caro. Fabbietti e Giancarli hanno rimarcato l’importanza di scongiurare la chiusura dell’officina di Fabriano (nella foto) che non rientra più nei piani industriali di Trenitalia e che occupa una trentina di dipendenti. «Mantenere vivo quello spaccato produttivo è di fondamentale importanza per un’area già oppressa da una serie di chiusure e delocalizzazioni che hannomesso in ginocchio la realtà economica e produttiva di tutto l’hinterland». Da qui la proposta di riconversione degli impianti che potrebbero essere impegnati nella manutenzione dei carrelli di manovra. L’impianto di Fabriano ha tutti i requisiti per sostenere un simile carico di lavoro. Il sottosegretario si è impegnato a sottoporre la questione ai vertici di Rfi e a caldeggiare la soluzione proposta dal sindacato e dalla politica marchigiana (FONTE IL MESSAGGERO FABRIANO)

Precedente Fabriano - Rifiuti lasciati in strada, differenziata è polemica Successivo Segni particolari: bellissima... e ladra. Modella russa nei guai per furto