Fabriano – Oltre 2.500 persone alla festa organizzata al PalaGuerrieri

festa discoteca

FABRIANO Oltre 2.500 persone alla festa organizzata al PalaGuerrieri di Fabriano con l’animazione del Cocoricò, notissima discoteca della riviera romagnola. Controlli a tappeto, tutto è filato liscio. Soddisfazione degli organizzatori, la Aftershock, dopo le polemiche che hanno preceduto la festa di sabato sera al Palas. Imponente spiegamento di forze dell’ordine. All’ingresso, i buttafuori – servizio potenziato dagli organizzatori nel numero – hanno consegnato un braccialetto a tutti i maggiorenni. I barman potevano servire alcolici solo dopo aver controllato che i clienti avessero il braccialetto al polso. Per i minorenni, dunque, nessun alcolico servito. Questo è stato certificato anche dai controlli, in borghese, effettuato all’interno della struttura – per tutta la serata – dalle forze dell’Ordine. Fra dentro e fuori, sono state controllate quasi 300 persone e 150 auto. Tutto regolare. Posti di blocco sono stati istituiti in diverse zone della città da poliziotti, carabinieri e vigili urbani. Complessivamente 8 pattuglie e 20 uomini sul campo, in servizio dalle 22 di sabato alle 6 del mattino di ieri. A coordinare il servizio il vicequestore Russo. Effettuati anche controlli amministrativi in alcuni locali dove abitualmente si svolge la movida fabrianese in altre zone della città. Anche in questo caso, non sarebbe emersa nessuna violazione. Sono così sfumate le forti preoccupazioni per l’evento espresse alla vigilia da un gruppo di genitori. Quest’ultimi avevano messo in relazione i problemi della discoteca romagnola di quest’estate (un morto per overdose e la conseguente chiusura) con l’evento fabrianese. Notizia riferita da Claudio Curti sulle pagine del Messaggero di Fabriano

Precedente Marchesi, penso a mia linea pizze Successivo Comune Ancona, 60% obiettivi raggiunti