Fabriano – Dopo oltre un anno di intoppi, riapre i battenti il centro giovanile

cag fabriano

RIAPERTO ieri pomeriggio il centro di aggregazione giovanile ‘Sant’Antonio fuori le mura’ che era stato chiuso da giugno 2015. Dopo una una lunga serie di ostacoli burocratici, il Comune ha finalmente proceduto ad emanare la gara che ha visto la locale cooperativa ‘IlMosaico’ come unica partecipante e dunque aggiudicataria della gestione della struttura per il prossimo biennio. Da ieri il Cag è così tornato pienamente operativo e lo sarà dal lunedì al venerdì con orari 14.30-18.30, nel rispetto del contratto che prevede venti ore settimanali di copertura. Non è comunque escluso che, qualora ce ne sie una forte richiesta, in futuro in qualche occasione si accorci la fruizione pomeridiana per lasciare spazio all’apertura serale. In passato, infatti, gli orari erano più estesi ma con due operatori in azione, mentre ora l’accordo con l’ente municipale prevede una sola persona in servizio. Negli ultimi giorni si è proceduto ad una serie di lavori di manutenzione interna nello stabile all’intersezione tra le vie De Gasperi e Veneto e quindi è subito tornata a regime l’attività, compreso l’utilizzo della sala per le prove musicali sempre particolarmente frequentata dalle band locali. Del resto in passato nel periodo invernale si è arrivati ad una media di quasi 70 frequentatori al giorno, sempre con ingresso gratuito. Anche per questo motivo nei mesi scorsi erano arrivate diverse sollecitazioni per la riapertura dalla società civile e dagli stessi genitori in un periodo in cui in città è forte il dibattito sul disagio giovanile.

resto del carlino

Precedente Fabriano - Ex Merloni, fine mobilità per 450 lavoratori, rischio emergenza sociale Successivo Fabriano - Lo Spirito e la Terra i prossimi appuntamenti