Fabriano piange la scomparsa di Ferdinando Acuti

cordoglio

Se ne è andato ieri mattina, a 55 anni, Ferdinando Acuti conosciuto da tutti a Fabriano per il suo impegno come volontario presso la Croce Rossa e per il suo ruolo di simpatico e preciso buttafuori nelle discoteche. Un male incurabile l’ha portato via per sempre all’ospedale di Torrette dove era ricoverato a seguito di complicazioni. In servizio presso le Cartiere Fedrigoni, prima a Fabriano, poi a Pioraco, ha svolto il suo lavoro con serietà e passione, la carta era la sua compagna di vita. Molti fabrianesi ricordano la sua bravura nel realizzare la carta a mano. Negli ultimi anni Ferdinando amava farsi immortalare con il setaccio in mano mentre era impegnato a creare un foglio. Domani alle ore 15 si svolgeranno i funerali presso la chiesa Collegiata di San Nicolò, nel quartiere Borgo, nel rione che lo ha visto protagonista con l’attività commerciale della moglie Ombretta. Da ieri pomeriggio, intanto, è stata allestita la camera ardente presso l’obitorio dell’Ospedale Profili di Fabriano. Da qui, domani, partirà il corteo funebre per le esequie. Poi la sepoltura nel cimitero cittadino di Santa Maria. Lascia moglie e una figlia. Centinaia di persone si sono stretti intorno ai familiari ed hanno ricordato l’uomo gigante e buono “che aveva fatto della carta a mano il suo valore aggiunto”. Gli amici lo hanno ricordato alla camera mortuaria. “Proteggici da lassù come quando in discoteca sapendo che c’eri tu ci sentivamo in una botte di ferro”. I volontari della Croce Rossa e tanti giovani che si sono intrattenuti anni fa con lui all’ingresso della discoteca di San Cassiano si sono stretti intorno ai parenti di Ferdinando. “Di lui – hanno detto i colleghi – ricorderemo la sua serenità e il grande amore per la figlia”.

Notizia riferita dal Corriere Adriatico

Alla famiglia le più sentite condoglianze

A.P.

Precedente La viabilità nelle Marche in tempo reale -A cura di CCISS- Successivo L'Oroscopo di oggi gli astri del Borghigiano