Fabriano – Piano Triennale LL.PP.2016-2018, un bel “Libro delle favole” -di Claudio biondi-

Biondi

( RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO) All’inizio di questo mese di Giugno l’Amministrazione Comunale insieme alla sua maggioranza ha approvato, oltre al Bilancio, anche il Piano Triennale LL.PP.2016-2018. L’opposizione, come tutti sappiamo, ha abbandonato l’aula per protesta.

Il minimo, a nostro giudizio, che potevano fare. Noi della Democrazia Cristiana non ci siamo, ma se ci fossimo stati, non solo avremmo abbandonato l’aula, ma non avremmo più partecipato a nessun Consiglio Comunale fino a nuove elezioni. Essere presi in giro per ben quattro anni è troppo!!!!! Nessuna proposta è stata mai presa in considerazione, nessun progetto presentato dalla minoranza è stato accettato, inoltre, le varie Interrogazioni, Mozioni, Ordini del Giorno vengono discussi, se tutto va bene, dopo un anno e mezzo: questa è L’amministrazione Sagramola che parla tanto di Democrazia e partecipazione e non hanno voluto, come invece avevo sostenuto nel loro programma elettorale, l’istituzione dei Consigli di Circoscrizioni per dare voce ai Fabrianesi. Parlano bene …..ma razzolano male!!!! Ormai è troppo….non se ne può più!!!!! Non parliamo poi delle Frazioni completamente abbandonate e dimenticate.

Guardiamo infatti, come dicevamo il Piano Triennale LL.PP.2016-2018. Lo avevamo apostrofato come “il Libro dei Sogni”, oggi si potrebbe dire ” il Libro delle favole”. Una farsa vera e propria. Inseriscono un’opera poi al prossimo Bilancio la cancellano, poi l’anno successivo la ripropongono. Ci ricordiamo benissimo che appena insediati nel 2012,ogni giorno annunciavano di fare le rotatorie all’incrocio dell’Ospedale, all’incrocio della Pisana e tante altre. Non le abbiamo viste, ed adesso le ripropongono per il 2017.

Come si fa a dare fiducia a questa Amministrazione!!!!!!I Fabrianesi si ricordano di certe promesse, non portano l’anello al naso. Per l’ennesima volta hanno programmato la sistemazione di varie strade comunali, che faranno la Rotatoria a Borgo Tufico, che sistemeranno la Scuola Materna “Don Petruio” e la Scuola Elementare “Mazzini”, ecc. Ebbene questi lavori l’avevano addirittura previsti e deliberati nel 2014. Inoltre, per la rotatoria di Borgo Tufico, ci sono pronti 254.000 € già stanziati dalla Quadrilatero, bisogna soltanto richiederli, ma Sagramola ha ……cose più importanti da fare andare in Corea del Sud per esempio.In questi giorni si parla tanto di sistemare il Castello di Albacina e le relative mura storiche, ebbene anche per questa opera avevano già stanziato nel 2014 ben 168.000 €, ed incaricato un Tecnico del Comune per cui i lavori dovevano essere completati entro il terzo trimestre del 2015. Campa cavallo…..che l’erba cresce…!!!

Come vediamo tante promesse, ma poi, nulla di fatto!

Chissà poi quanto tempo dovrà passare ancora prima di vedere installati nella frazione di Belvedere i diversi punti luce, promessi ai presenti durante il rito funebre in chiesa per la scomparsa del compianto consigliere comunale Vincenzo Castriconi. Che dire alla luce di certi comportamenti. Non ci sono parole!!!!!

CLAUDIO BIONDI

comunicati stampa

Precedente L'Oroscopo di oggi gli astri del Borghigiano Successivo Macerata, denuncia il marito che la picchia: il Tribunale le toglie i quattro figli