Fabriano premia Carboni, l’appuntamento sabato 12 Dicembre

luca Carboni

FABRIANO «Le canzoni ci entrano dentro e ci accendono, aprono delle finestre, ci mettono in discussione». Così Luca Carboni, che sabato sarà a Fabriano per ritirare il premio alla carriera all’ interno del concorso nazionale di poesia e narrativa “Città di Fabriano”. C’è molta attesa per l’incontro con Carboni, che con il suo ultimo album di inediti “Pop-up”, in cui è presente anche il successo “Luca lo stesso”, sta ottenendo grandissimi consensi. «Questo nostro mondo pop per molti è banale e magari non farà la rivoluzione – anticipa qualcosa Carboni – ma può immettere tanta energia nelle persone, oltre che concetti, pensieri ed emozioni nuove. Ringrazio Fabriano per il premio che mi è stato assegnato anche in relazione alla poesia. La poesia mi è sempre piaciuta, ma non per copiare versi, piuttosto per entrare in altri mondi. In passato mi sono ispirato a Prevert e a Neruda, stavolta alla polacca Wislawa Szymborska che mi ha fatto scoprire mia moglie». L’evento, che si svolgerà in Biblioteca alle ore 17.30, verrà realizzato grazie al sostegno della Fondazione Carifac, il patrocinio del Comune ed il contributo dell’associazione “La Città del Libro”. Importante il ruolo dello staff comunicazione scelto dal direttore del premio, Alessandro Moscè, che nella visione sinergica ha voluto accanto a sé l’emittente radiofonica Radio Gold quale media partner ed il conduttore di Rai Uno Paolo Notari. Quest’ anno i finalisti della sezione Poesia sono: Eliza Macadan con “Anestesia delle nevi” (La Vita Felice, Milano 2015); Giancarlo Pontiggia con “Origini” (Interlinea, Novara 2015) e Giancarlo Sissa con “Autoritratto” (Ancona, PeQuod 2015). Per la Narrativa il vincitore unico è Paolo Lagazzi con “Light stone” (Passigli, Firenze 2015). Notizia riferita da Ferruccio Cocco sulle pagine del Messaggero

Precedente Salta anche il referendum per la fusione Urbino-Tavoleto Successivo Fermo, menzione d'onore a Milano per la tesi sull'Adriatico-Appennino