Fabriano – Punto nascite, il Comitato prepara nuove iniziative

punto-nascita

«Ci aspettiamo un atto di giustizia». Continua il forte pressing del sindaco Giancarlo Sagramola per tentare di far tornare sui propri passi il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, in merito all’ormai imminente chiusura del punto nascita dell’ospedale Engles Profili. La deadline è fissata per fine mese. Dopo non si potrà più partorire nell’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia del presidio ospedaliero cittadino. Al netto della disobbedienza sanitaria lanciata dal primario, Pasquale Lamanna, che ha già dichiarato che di fronte ad una donna con le doglie non disporrà il trasferimento a Jesi ma la farà partorire «per evitare di mettere a rischio la salute delle mamme e dei nascituri». Sono giorni di febbrile attività, comunque, per scongiurare la chiusura. Oggi pomeriggio il coordinamento di cittadini che si batte contro la chiusura si riunirà nella Sala Avis per decidere ulteriori iniziative. Domani, poi, i rappresentanti dei circoli montani del Pd incontreranno il governatore. Resta poi la questione legata al ricorso al Tar, che sarà presto presentato anche da Fabriano dopo quelli già presentati da Osimo e San Severino. «Oltre alla chiusura del punto nascita, c’è il rischio complessivo di smantellamento del nostro ospedale che non possiamo accettare. Abbiamo gli stessi diritti della costa, noi dell’entroterra – tuona il primo cittadino fabrianese – Stiamo provando in tutte le maniere di far tornare sui propri passi il presidente Ceriscioli, ma al momento non ci siamo riusciti». Sagramola ribadisce come tutti gli standard di sicurezza e qualità «siano presenti a Fabriano». Senza dimenticare «le difficoltà legate al gap infrastrutturale che rischiano di far nascere i bambini sotto le gallerie». Il ricorso al Tar è quasi ultimato. «Certo noi non molleremo e continueremo, insieme a tutti i cittadini, a chiedere che ci venga fatta giustizia. Che sia la magistratura amministrativa a concedercela, significa una sconfitta netta e inequivocabile della politica. Una responsabilità che il governatore si prenderà tutto da solo». Notizia riferita da Claudio Curti IL MESSAGGERO

credit foto by http://www.casentino2000.it/

Precedente Mps, 200 mln a imprese per 'reshoring' Successivo Accordo Mps-Confindustria 200 milioni per il "reshoring"