FABRIANO – Rame rubato, il sindaco: “Ora pensiamo ai risarcimenti”

Sindaco Santa Maria

IL SINDACO Giancarlo Sagramola ha effettuato ieri mattina il primo sopralluogo al cimitero Santa Maria dopo il furto di diversi quintali di rame dei giorni scorsi con un bottino stimabile complessivamente in alcune decine di migliaia di euro. Proprio Sagramola ha incontrato una piccola parte delle circa cinquanta famiglie proprietarie delle cappelle dove, dalle pareti esterne, sono stati staccati e asportati porzioni di grondaie ed elementi decorativi. «Di fronte a questo gesto vigliacco che colpisce i cari estinti di tanti fabrianesi riferisce Sagramola ci siamo attivati per capire in quale misura il danno potrà essere risarcito». Il Comune, infatti, ha deciso di aprire la polizza assicurative riferita al cimitero, ma ora si tratta di capire quanti e quali danni verranno coperti. Praticamente certo che la parte relativa ai beni comunali sarà risarcita dall’assicurazione in maniera pressoché integrale, ovvero quella riferita ai singoli locali e ad altri spazi comuni della struttura in cui, appunto, la proprietà è tutta dell’ente locale. Quanto, invece, alla cappelle dei privati la partita è da giocare. Per il momento i singoli proprietari sono chiamati a provvedere a loro spese alla sistemazione delle cappelle, ma al tempo stesso tutta la documentazione dei costi sostenuti potrà essere consegnata all’ente municipale ed inserita in un fascicolo apposito per la richiesta di risarcimento all’agenzia assicurativa.

FONTE IL RESTO DEL CARLINO FABRIANO -Alessandro Di Marco-

Precedente Vampiro di gasolio, preso dalla polizia Successivo Riaprono le scuole Rodari dopo l’inquinamento da stirene