Fabriano – Residenti del centro storico: “Prigionieri della sosta selvaggia”

sosta selvaggia

Fabriano – Più che prigionieri siamo “ostaggi” o della strada, nel caso in cui non riusciamo ad entrare nelle nostre case oppure della nostra casa, quando non riusciamo ad uscire dal portone. Questo avviene anche per i commercianti che si trovano spesso con l’ingresso ostruito da autovetture. E’ quello che ci viene segnalato dai residenti del centro storico e la situazione, ormai è sempre la stessa sette giorni su sette. Sosta selvaggia o inciviltà? Noi ormai non lo sappiamo più come definirla, resta il fatto che le autovetture, specialmente nelle ore serali sono ovunque, in zone dove il divieto di sosta è permanente su ambo i lati. L’altro giorno in via Balbo un ambulanza è rimasta bloccata da un auto parcheggiata, voi pensate che se deve passare a sirene spiegate o un ambulanza o i vigili del fuoco in una situazione simile di parcheggio, riuscirebbe a passare? Questo modo di sosta, crea un danno di sicurezza collettiva e un danno alla viabilità in quanto molti pedoni, al passaggio delle autovetture, devono cercare ripari di fortuna per non essere investiti…. Come potete vedere dalle foto, cambiano solo le autovetture difronte ai nostri portoni e il risultato non cambia anche di giorno. C’è anche chi si è attrezzato mettendo un cartello sul proprio portone: “Si prega di lasciare libero il passaggio” io metterei un cartello differente: “Si prega di chiamare il carroattrezzi”. E mi si creda nonostante questi avvisi sui portoni, chi arriva parcheggia e blocca la vita delle persone dentro la propria casa. Il reportage fotografico continua anche con una foto di una centralina telefonica ubicata sempre nelle vie centrali del centro storico e distrutta da qualche autovettura di qualche incivile di passaggio. Si spera che questa segnalazione porti chi di dovere a risolvere in maniera questa moda che ormai da tempo ci rende ostaggi di questi maleducati.

(SEGNALAZIONE)

COLLAGE DANNI CENTRO STORICO

Precedente Ancona, Daniel Marinelli non guidava, il papà Andrea: «Mi aveva ubbidito, come sempre» Successivo Gdf Rimini, 60 mln sequestri preventivi