Fabriano – Rissa violenta in centro per motivi razziali, denunciati

Fabriano – Alle ore 02:30 circa del 15 gennaio, gli Agenti delle Volanti del Commissariato di Fabriano, sono intervenuti a seguito di numerose richieste di intervento pervenute sul numero di emergenza 113, in Corso della Repubblica dove veniva segnalata una rissa.

Nel giro di pochissimo tempo dalla segnalazione ricevuta, i poliziotti giunti sul posto sono riusciti se pur con difficoltà a sedare gli animi individuando tre uomini, visibilmente alterati dall’assunzione di sostanze alcoliche  tra cui un italiano di 41anni, un bosniaco di 37 ed un cittadino del marocco di 33 anni, che verosimilmente avevano preso parte alla rissa, considerate le evidenti lesioni al volto nonché per gli abiti, da questi indossati, che apparivano lacerati.

I tre individui viste le lesioni riportate e la copiosa perdita di sangue, sono stati trasportati tramite il 118 al nosocomio di Fabriano dove sono stati medicati per ferite lacerocontuse con rispettive prognosi di 40, 15 e 30 giorni di guarigione.

Dalle scrupolose indagini svolte dal personale del Commissariato di Fabriano basate su testimonianze, individuazione fotografiche e visualizzazione di telecamere di video-sorveglianza, è stato appurato che la rissa era scaturita per motivi di discriminazione razziale e si protraeva con violenza tra i soggetti coinvolti tra calci, pugni, e addirittura con l’utilizzo di corpi contundenti come le bottiglie di vetro.

Dagli accertamenti è stato rilevato che alla rissa aveva partecipato anche un altro marocchino di anni 29, che alla vista delle Volanti si era precipitosamente allontanato.

Tutti i soggetti coinvolti, perlopiù gravati da numerosi precedenti, fra i quali furto, spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e rissa, sono stati deferiti alla competente autorità giudiziaria per i reati commessi.

 

Comunicato stampa Polizia di Stato di  Fabriano 

Precedente FABRIANO - TECNOWIND LA PAROLA A ROBERTO CARDINALI Successivo Lasciano la bambina di 14 mesi in auto per andare a giocare alle slot