FABRIANO – Saldi, ribassi molto elevati ma nessuna ressa per fare gli acquisti

saldi-invernali-2015

FABRIANO RIBASSI record con saldi ritenuti effettivi fino al 40% ma niente file nei negozi dove le svendite invernali fanno registrare un andamento abbastanza fiacco. «Più o meno siamo sulla linea dello scorso anno», è il primo bilancio del presidente territoriale di Confcommercio Mauro Bartolozzi in coda al ponte lungo della Befana, periodo clou delle promozioni post natalizie. «Sono ormai lontani aggiunge Bartolozzi i tempi in cui alle prime ore dei saldi ci si metteva in coda per entrare nei locali e fare razzia di merce a prezzi ribassati. Niente ressa, insomma, sebbene sin dai primissimi giorni tanti negozianti al dettaglio hanno optato per sconti reali molto elevati, in alcuni casi fino al 40% se non oltre, proprio per consentire alla clientela di avere occasioni importanti pur garantendo la medesima assistenza. In generale qualche buona risposta è arrivata, ma c’è già da guardare oltre». Il timore dei negozianti, infatti, è che questo 2015 possa essere ancora più difficile, in quanto tra pochi giorni (il 18 gennaio) si conclude la mostra Da Giotto a Gentile’ che ha portato in città decine di migliaia di turisti, alcuni dei quali ne hanno approfittato per lo shopping. «Non c’è dubbio incalza Bartolozzi che dall’estate a oggi una buona parte degli incassi è arrivata proprio grazie ai visitatori della mostra. Ecco perché diventa fondamentale che il turismo sia incentivato con altri eventi ed iniziative in grado di continuare a portare a Fabriano molte persone in più periodi dell’anno. Del resto anche per il nostro settore è ormai decisivo captare clientela nuova e diversa, perché in tempi difficili come questo con la sola clientela autoctona è veramente complicato andare avanti e sperare di non litigare con il portafogli, visto poi che le scadenze delle varie imposte sono sempre puntuali».

FONTE IL RESTO DEL CARLINO  Alessandro Di Marco

Precedente Uccise madre, dichiarata incapace Successivo Le ultime immagini felici dell’avvocato morto in Egitto