Fabriano – Scontro politico ai massimi livelli, salta il consiglio comunale

Consiglio comunale opposizione

Il Borghigiano il blog di Fabriano e delle Marche-

Scontro politico ai massimi livelli a Fabriano, dove salta il consiglio comunale con reciproche accuse tra maggioranza e minoranza. Il summit no stop a Roma tra il sindaco Giancarlo Sagramola e i vertici dell’impresa edile Penzi sul maxi risarcimento da un milione e 800 mila euro ha innescato la mancata effettuazione dei lavori consiliari con l’opposizione che non si presenta alle quattro chiamate dell’appello. Così in città il consiglio è saltato con minoranza e maggioranza a scambiarsi le accuse a colpi di comunicati e conferenze stampa. «Un gesto di rispetto per i nostri elettori», lo definisce l’opposizione.

«Qui ormai c’è un uso privatistico della politica e nessuno ci coinvolge nelle decisioni, anzi veniamo proprio snobbati come nel caso del dibattito assente sulla sentenza Penzi. Il sindaco non si presenta e continua ad evitare il confronto dopo aver annunciato che questa sarebbe stata la sede per fronteggiarsi». Replica della maggioranza in una nota: «Atteggiamento deprecabile, censurabile e da immaturi della politica che fa saltare argomenti importanti come il mantenimento del giudice di pace». A Roma, invece,dal pomeriggio a tarda sera il sindaco e l’avvocato del Comune Maurizio Benvenuto si sono confrontati con dirigenti e legali della Penzi dopo che la Corte d’Appello ha rigettato la richiesta del Comune di sospendere il pagamento del milione e 800 mila euro da destinare all’impresa Penzi autrice vent’anni fa dei lavori di ampliamento dell’ospedale Profili. «L’unica strada percorribile è la dilazione del pagamento in più rate», afferma il vice sindaco e assessore al bilancio Angelo Tini che per tutta la serata è rimasto in contatto diretto con il primo cittadino.

Alessandro Di Marco

Precedente Grottazzolina, travolto dal rimorchio del trattore mentre era a passeggio Successivo Porto Sant'Elpidio, accoltellato da un sessantenne in una rissa