Fabriano – Tante mamme e papà al parcheggio dell’ospedale per salvare il punto nascite

Screenshot_2015-11-28-12-55-35-1

Buona la partecipazione alla manifestazione apolitica e apartitica promossa dalle neomamme del territorio contro la chiusura del reparto di Ostetricia e Ginecologia. Iniziata alle ore 10 presso il parcheggio dell’Ospedale “E. Profili” con il passare del tempo, tante mamme e papà con i loro pargoli hanno affollato l’ingresso del nosocomio, seguendo con interesse i diversi momenti di questo incontro, come si dice “nato dal basso” perché ci hanno detto Claudia Mariani e Stefania Onorato, tra le promotrici dell’appuntamento 2 “a breve la Regione Marche deciderà se chiudere il reparto di ostetricia e ginecologia dell’Ospedale di Fabriano, tutto ciò perché non ha raggiunto la quota di 1000 nascite nell’anno corrente. Decisioni prese a tavolino e senza considerare il diritto delle donne di poter vivere una gravidanza, un parto, l’inizio di una nuova vita serenamente e con la consapevolezza di non poter più avere un’assistenza sanitaria adeguata nel caso abbia bisogno di un parto d’urgenza. Un punto nascita non è e non può essere solo un conteggio di numeri, di gestanti, di pazienti, ma è un luogo di accoglienza, di rispetto della donna e del suo bambino; il modo in cui viene accompagnata nel travaglio, nel parto e il posto in cui viene accolto un bambino non è solo una prassi o una procedura medica ma è il momento della vita più importante per ognuno di noi. Chiudere il reparto di Ostetricia significa obbligare a scegliere di partorire in un ospedale non per la propria equipe medica ma in base alla distanza da casa e per questo abbiamo invitato la cittadinanza ad esprimere il proprio dissenso in merito”. Dissenso pieno arrivato anche dalle parole dei dottori Pasquale Lamanna e Vinicio Arteconi, oltre che dal portavoce del Comitato Sveglia Fabrianesi, David Muratori, presenti anche Mina Fortunati in rappresentanza del Sindacato Pensionati, il consigliere Emanuele Rossi e il presidente del Consiglio Comunale Pino Pariano. Sulla questione, grande importanza riveste l’incontro del 30 in regione tra il sindaco di Fabriano Sagramola, il primario dottor Lamanna e il presidente Cerisciolii.

Daniele Gattucci

Screenshot_2015-11-28-12-55-02-1

Precedente Anziana scippata in via Don Minzoni Successivo Trivelle,Mastrovincenzo,bene Cassazione