Fabriano – Treni, dopo i viaggiatori protesta pure il Comune

treno

«Chiediamo alle Ferrovie dello Stato un concreto impegno per rendere possibili le necessarie migliorie delle tratte che interessano Fabriano». È l’appello messo nero su bianco dal sindaco Giancarlo Sagramola e dall’assessore ai Trasporti Leonando Meloni a seguito delle proteste dei pendolari per lo “spezzatino” lungo la tratta Fabriano-Civitanova con pit-stop a Macerata. «Sempre più frequentemente – si legge nella nota – pervengono a questa Amministrazione numerose lamentele relative al trasporto ferroviario da e per Fabriano che coinvolgono differenti tipologie di treni. Le doglianze maggiori sono sollevate dagli utenti pendolari che quotidianamente sono alle prese con problemi tra i più disparati, ma non mancano lamentele anche tra chi occasionalmente si trova a usufruire della rete ferroviaria». Chi si sposta in treno «va ripetutamente incontro a ritardi che finiscono con l’incidere su coincidenze presso altre stazioni e sull’attività lavorativa dei trasportati». Senza considerare «problemi di scarsa pulizia nei vagoni, posti a sedere molto al di sotto del numero dei trasportati, arresti improvvisi dei treni al di fuori delle stazioni anche per passaggi a livello non funzionanti». Notizia riferita dal Messaggero di Fabriano

Precedente Ospedale unico e privati, la sfida di Ricci Successivo San Benedetto, disoccupata sbanca la videolottery Colpo da mezzo milione