Fabriano – Un supermarket alla Pisana

incrocio pisana

FABRIANO – Il nuovo megastore potrebbe ospitare anche un McDonald’s – Una nuova rotatoria per migliorare la viabilità. E un nuovo centro commerciale. Il rondò sarà costruito dove attualmente c’è il semaforo della zona della Pisana, all’incrocio fra via Dante e viale Zonghi. La rotatoria classica costerà circa 120mila euro. Un importo che non peserà sulle casse comunali. A costruirla, infatti, sarà la ditta ascolana Magazzini Gabrielli. In cambio il Comune procederà a variare la destinazione d’uso di un’area da verde, giochi e spazi ad uso commerciale. Un centro che potrebbe ospitare ilMcDonald’s, anche se non ci sono conferme in merito. «Un modo di procedere che non è utile – attacca però subito Urbano Urbani, consigliere comunale di Città progetto – Si tratta del terzo esempio di accordo che assomiglia a una sorta di do ut des. Tu privato costruisci qualcosa che serve, e io amministrazione comunale in cambio ti modifico il Prg a seconda delle tue esigenze. È già accaduto per la sede della Croce rossa, mai entrata in funzione, al Borgo. Con la realizzazione di un campo polivalente in cambio di permessi per costruire, vedremo come andrà. E ora con questa rotatoria. Si costituiscono dei precedenti che potrebbero portare a saccheggiare le zone verdi, sport e giochi, per nuove costruzioni. Lunedì pomeriggio la proposta di delibera consiliare – che dovrebbe approdare in Consiglio comunale fra un paio di sedute – è stata presentata in commissione Urbanistica. In pratica, la Magazzini Gabrielli ha stipulato un compromesso di acquisto dal curatore fallimentare della EdilNinno per due aree in via Dante, ubicate fra il commissariato e la sede della Carifac. Un’area è già commerciale con una struttura che verrebbe abbattuta per costruire, si pensa, un nuovo supermercato. Mentre l’altra è identificata nel Prg come zona verde, gioco e sport. Si tratta di 900metri quadrati che, secondo la proposta del privato, dovrebbe essere trasformata in area commerciale. In pratica si dovrebbe costruire un’immobile di circa 700 metri quadrati per una spesa di 720mila euro, il 30% a carico del Comune, circa 189mila euro. Già si dice che questa struttura potrebbe ospitare la sede del McDonald’s. Inoltre, poiché quest’ultima zona è nell’ area interessata dall’inquinamento da Tetracloroetilene, la ditta si impegna a bonificare l’area. «Ci vengono prospettati dei vantaggi, anche con la bonifica che è assurdo non venga risolta a priori, ma in pratica è il privato che decide- conclude Urbani – Si stanno costituendo dei precedenti pericolosi, a mio giudizio. Senza considerare che vorrei capire, visto che la rotatoria dovrebbe costare intorno ai 120mila euro, a che titolo i privati daranno circa 190mila euro al Comune. Sarebbe forse più opportuno mettere mano ad un nuovo Prg».

FONTE IL MESSAGGERO -Claudio Curti

Precedente Cena a lume di candela in spiaggia: 2mila fiammelle per la notte di San Lorenzo Successivo Contrabbando: sequestrate due tonnellate di sigarette, un arresto