Fabriano – «Una ciotola davanti a ogni negozio per far abbeverare i cani»

cane ciotola

LA PROPOSTA L’ASSESSORE PAGLIALUNGA PRENDE SPUNTO DA UN ‘REGIO DECRETO’ DEL 1877: «ASSETATI POSSONO DIVENTARE AGGRESSIVI»

UNA CIOTOLA piena di acqua da piazzare davanti ai negozi per rifornire cani e animali da affezione in questi giorni di grande caldo. E’ la proposta dell’assessore comunale Mario Paglialunga che chiede l’aiuto dei commercianti per «evitare che i cani diventino aggressivi e pericolosi a causa della necessità di abbeverarsi. A volte, infatti capita che anche i nostri amici a quattro zampe possano avere dei momenti di irritazione dovuti proprio alla sete eccessiva e alla ricerca dell’acqua. Ecco perché mi auguro che i negozianti raccolgano questo invito piazzando appositi recipienti davanti ai loro locale. In questo modo possono compiere un gesto di impegno civico e sociale all’apparenza piccolo ma sicuramente molto utile». UN PUBBLICO SOLLECITO che, peraltro, parte da lontano «perché – sostiene Paglialunga – già nel lontano 1877 esisteva un regio decreto che obbligava i negozianti a questo servizio, pena multe per chi si rifiutava». Poi la richiesta ai proprietari di non lasciare i propri cani da soli all’interno delle auto «rischiando di far loro soffrire il caldo in maniera eccessiva. Del resto mai come nel periodo estivo è necessario dimostrare tutto il proprio amore verso gli animali da affezione, quando purtroppo diventa frequente il fenomeno dell’abbandono dei piccoli amici».

FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Osimo, auto esce di strada e abbatte la recinzione di due abitazioni Successivo Statale 76 - Si rovescia un Tir carico di polli. Superstrada bloccata