Fabriano – Vandali di Natale, albero distrutto e negozi imbrattati

albero 1

FABRIANO Tornano in azione i vandali nel centro storico di Fabriano. Colpite auto, portoni e gli addobbi natalizi. «Siamo stanchi ed esasperati. Questi incivili devono essere identificati e costretti a pagare i danni», le dichiarazioni di molti residenti. «Ci sono nuove mode e nuove tendenze, ora addirittura si banchetta con tanto di vassoio sulle autovetture parcheggiate nel centro storico», l’amara ironia dei proprietari di alcune automobili in sosta in centro che sono state prese di mira dai vandali nella notte fra domenica e ieri. Le segnalazioni raccolte da “Il Borghigiano” su Facebook sono state rese pubbliche fin dalle prime ore di ieri. «I soliti imbecilli hanno dato il meglio del meglio, atti di inciviltà e di grande mancanza di senso civico, otre ad aver fatto un fugace aperitivo su di un autovettura, si è urinato su una vetrina e su un paio di portoni, e per finire ciliegina sulla torta di è deciso di distruggere un alberello di Natale posto di fronte ad una gioielleria del centro», il resoconto di una serata di follia come tante, purtroppo, che si verificano nel centro storico della città. «Il povero albero è utilizzato per addobbare la via di corso della Repubblica posizionato lì dai commercianti del centro storico. L’alberello è stato prima tolto e poi riposizionato alla meno peggio, ovviamente rovinato». Non contenti, «gli incivili hanno tirato i sassi che tenevano la pianta, lanciandoli verso il marciapiede con il rischio concreto di colpire le vetrine dei negozi vicini». Questo comportamento è indice «di un disprezzo nei confronti della città di Fabriano». Senza dimenticare, «la completa mancanza di educazione, di senso di appartenenza. Non ci sentiamo più al sicuro». Non è pensabile «che un cittadino residente nel centro non sia libero di lasciare la propria macchina in strada, e non è possibile che nonostante il periodo di crisi i commercianti posizionino un abbellimento nella via primaria della città e lo stesso venga distrutto da simili esseri. Questi gesti devono essere puniti e debellati in maniera definitiva», il forte appello dei residenti del centro storico nei confronti della Pubblica Amministrazione. Si torna, dunque, a chiedere che le spycam possano essere implementate e posizionate ulteriormente in centro storico «per portare alla completa identificazione di questi vandali e micro-delinquenti e, quindi, costretti a ripagare i danni che hanno arrecato». Notizia riferita da Claudio Curti IL MESSAGGERO 

Precedente NBM, oltre 900 possessori obbligazioni Successivo Fabriano, terribile carambola sulla Statale Due automobilisti feriti, uno è grave