FABRIANO. WHIRLPOOL CHIUDE IL 2014 A 19,9 MILIARDI DI DOLLARI DI FATTURATO

whirlpool_logo
Whirlpool ha comunicato i risultati relativi all’intero 2014 e all’ultimo trimestre. Il fatturato dell’anno ha raggiunto 19,9 miliardi di dollari (oltre 17,5 miliardi di euro), che corrisponde a una crescita dell’8% rispetto al 2013 escludendo l’impatto dei cambi e dei crediti di imposta brasiliani. Il risultato operativo Gaap è stabile a circa 1,2 miliardi di dollari (oltre 1 miliardo di euro). L’azienda informa che i benefici provenienti dalle acquisizioni (Indesit Company, in Italia, nel 2014 e la maggioranza delle azioni di Hefei Sanyo, in Cina, nel 2013), le maggiori vendite e le costanti iniziative legate alla riduzione dei costi hanno più che compensato l’incremento dei costi delle materie prime e i cambi stranieri.
Per quanto riguarda il quarto trimestre del 2014, il fatturato è stato di 6 miliardi di dollari (quasi 5,3 miliardi di euro) ed è cresciuto del 18% rispetto allo stesso periodo del 2013; l’utile netto Gaap si attesta a 81 milioni di dollari (oltre 71 milioni di euro), contro i 181 milioni di dollari del quarto trimestre del 2013. Le acquisizioni hanno contribuito alle vendite per circa 1 miliardo di dollari (quasi 880 milioni di euro).
A livello geografico, nel quarto trimestre Whirlpool North America ha registrato vendite pari a 2,8 miliardi di dollari (quasi 2,5 miliardi di euro), in crescita di oltre il 4%. Per il 2015 è previsto un incremento degli ordinativi tra il 4 e il 6%. Nella regione Europe, Middle East e Africa il fatturato ha raggiunto 1,7 miliardi di dollari (quasi 1,5 miliardi di euro), contro gli 800 milioni di dollari (quasi 704 milioni di euro) dell’ultimo trimetre del 2013. La crescita dei ricavi è riconducibile per oltre 800 milioni di dollari all’acquisizione di Indesit Company. In questo caso, sottolinea l’azienda, i benefici provenienti dalle acquisizioni, i maggiori volumi e le costanti iniziative legate alla riduzione dei costi hanno più che compensato i cambi e il price/mix sfavorevole. Per il 2015 sono previsti ordinativi stabili o in crescita fino al 2%. L’America Latina ha contribuito con un fatturato di 1,3 miliardi di dollari (quasi 1,15 miliardi di euro), con una crescita di oltre l’1% escludendo l’impatto dei cambi e dei crediti di imposta brasiliani. La regione asiatica è passata da 177 a 282 milioni di dollari (248 milioni di euro) in termini di fatturato. Oltre 160 milioni di questa crescita vengono dall’acquisizione in Cina.
 “Abbiamo registrato un altro anno record in termini di guadagni mentre nel contempo stiamo costruendo una piattaforma eccezionale per una crescita profittevole dal 2015 in poi» ha dichiarato Jeff M. Fettig, chairman and chief executive officer di Whirlpool Corporation.
FONTE http://fimcislmelano.blogspot.it/
Precedente Precipita nel dirupo con l’auto, grave un 51enne Successivo Pergola, agricoltori in guerra contro l’Imu: "Va cancellata"