FABRIANO – Whirlpool, impiegati ancora in sciopero

sciopero
Nuovo summit oggi a Roma: lavoratori pronti a scendere in strada
– FABRIANO –
IMPIEGATI e operai Indesit pronti a tornare in strada, molto probabilmente già nel primo pomeriggio odierno in contemporanea con il summit tra sindacati e proprietà a marchio Whilpool in programma a Roma alle 14.
Stamane le assemblee delle Rsu decidono se sia i colletti bianchi sia le tute blu saranno di nuovo in sciopero attendendo gli esiti del vertice capitolino anche per lanciare ulteriori segnali al colosso americano che ha acquisito Indesit sulla volontà di non indietreggiare.
Del resto negli ultimi giorni la tensione è salita, in particolare giovedì quando – nel giorno del compleanno dello storico ex patron Vittorio Merloni e alla vigilia della ricorrenza del Primo Maggio – proprio gli impiegati hanno effettuato un improvviso blitz trasferendosi dalla sede centrale fino al sito produttivo di Melano per bloccare entrata e uscita dei tir impegnati nel trasloco delle merci.
Peraltro in quella circostanza la protesta è andata avanti da mezzogiorno fino a mezzanotte con molti operatori che si sono detti pronti a riproporre qualcosa di simile, anche in versione notturna per far capire tutto il loro senso di disagio sui possibili tagli in arrivo. E intanto la sfida sul tavolo della complicata trattativa è pronta a ripartire sempre sotto la regia del Ministero con altri due round uno dietro l’altro.
OGGI alle 14, appunto, il nuovo incontro nella capitale, a cui ne seguirà un secondo già calendarizzato per venerdì. Difficile, diciamo pure altamente improbabile, pensare che basteranno per trovare un’intesa con posizioni così distanti, in quanto le parti sociali si dicono disponibili a trattare solo se Whirlpool rinuncerà alle chiusure annunciate per i siti di Albacina, None e Carinaro. Chiedendo, appunto, di conoscere sin da sùbito il progetto per la parte impiegatizia. Finora, infatti, l’azienda ha annunciato 1.350 esuberi in Italia a marchio Indesit (di cui 280 nella sola Fabriano), mentre non si conosce il numero dei lavoratori di troppo nella fascia impiegatizia.
Whirlpool dovrebbe comunicarlo a giugno, ma i sindacati chiedono una trattativa unica e dunque che si conoscano da subito le intenzioni della proprietà sul fronte dei colletti bianchi, oltre un migliaio dei quali sono in servizio proprio a Fabriano.
FONTE IL RESTO DEL CARLINO -Alessandro Di Marco-
Precedente Fermo, Carifermo in crescita Via libera degli azionisti al bilancio Successivo Jesi, i ladri si portano via i pesci dalla fontana dei giardini pubblici