Falconara, torna la banda del buco: assalto a un supermercato. Beffati dalla cassaforte

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Falconara (Ancona), 13 marzo 2015 - Torna la banda del buco a Falconara e anche stavolta i malviventi sono costretti a scappare a mani vuote, dopo aver perso quasi due ore per sventrare la cassaforte di un supermercato. Dopo il colpo mancato all’Europind di Villanova, i ladri ci hanno riprovato al Tuo Dì di via Marconi, dove sono riusciti ad entrare dal tetto. I banditi, almeno in due, con indosso guanti e passamontagna, sono saliti grazie ad una scala che hanno portato sul posto, hanno rimosso uno dei pannelli della copertura proprio in corrispondenza del magazzino, dove c’è la cassaforte, sono scesi con un’altra scala ed hanno cominciato a lavorare con frullino e piccone.

L’allarme è scattato attorno a mezzanotte ma l’addetto della vigilanza privata, arrivato per un controllo esterno, ha fatto un giro intorno al supermercato: non ha notato nulla di strano e se n’è andato pensando ad un falso allarme, anche perché il tetto era stato manomesso nella parte posteriore, a ridosso della recinzione che separa l’area del market dal giardino vicino. I ladri, invece, erano già dentro il supermercato: hanno acceso la luce del magazzino ed oscurato con una busta di plastica la telecamera interna, senza sapere di un altro impianto che li ha immortalati al lavoro. I due hanno mirato subito alla cassaforte, che si trova nel magazzino vicino ad un ufficio e che è composta da due cassette di sicurezza: la prima, più grande, alla base e la seconda, più piccola, nella parte superiore. Pensando che il denaro fosse nella cassetta più grande, i malviventi con il frullino hanno aperto uno squarcio nella parte inferiore, poi con il piccone hanno allargato il taglio fino a creare un buco. Non hanno trovato nulla e probabilmente, dopo due ore di lavoro, hanno preferito abbandonare il campo, forse temendo l’arrivo delle forze dell’ordine.

Sono usciti sempre dal tetto facendo scattare di nuovo l’allarme, ma il vigilantes è arrivato quando già i due banditi si erano allontanati. L’ipotesi è che abbiano avuto un complice, che li aspettava con un mezzo nella zona di via Marconi controllando che non si avvicinasse nessuno. Nemmeno alle due di notte il vigilantes si è accorto di nulla. L’effrazione è stata scoperta ieri alle 6 del mattino, quando la responsabile del Tuo Dì è arrivata al supermercato: ha trovato il magazzino sottosopra, il tetto scoperchiato e una scala a 10 pioli abbandonata dai ladri in corrispondenza del buco. Nell’aria c’era ancora il forte odore di bruciato prodotto dal frullino utilizzato per aprire la cassaforte. I malviventi hanno lasciato in magazzino anche lo stesso frullino ed il piccone, mentre all’interno della cassetta di sicurezza erano rimasti alcuni calcinacci. L’episodio è stato denunciato ai carabinieri.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Tentato furto al supermarket ​sventato dai vigilantes Successivo L’ultima di De Vivo in tribunale. "Il sequestro? Ero da mia zia"