False assicurazioni auto: scoperta maxi tuffa, 53 denunce

La banda aveva come base una stamperia clandestina di Ancona. Gli accertamenti sono partiti da un’ex agenzia di Ascoli Piceno

Assicurazione auto (foto Ravaglia)

Assicurazione auto (foto Ravaglia)

Ancona, 27 giugno 2013 – Scoperta, dalla polizia stradale dell Marche, una maxi truffa in campo assicurativo: 53 persone sono state denunciate per false polizze Rca, tariffari e tagliandi contraffatti. La banda, che aveva come base una stamperia clandestina di Ancona, era ramificata anche in Campania e Lazio. Venti auto e 5 veicoli commerciali sono stati sequestrati. L’indagine ha coinvolto anche un’ex agenzia assicurativa di Ascoli Piceno.

Proprio da Ascoli, infatti, sono partiti gli accertamenti, dopo la scoperta di un numero anomalo di polizze false. E’ stata perquisita la sede della ex agenzia: gli agenti della Polstrada hanno trovato sia le matrici dei certificati sequestrati sia matrici originali, gia’ emesse ma mai registrate. In questo caso i clienti che le avevano sottoscritte non sapevano di circolare a bordo di auto prive di assicurazione. Secondo il comandante del Compartimento di Polizia stradale delle Marche Emilio Guerrini pero’, la gran parte degli automobilisti ha pagato consapevolmente documenti falsi, per risparmiare sui premi assicurativi.

(FONTE IL RESTO DEL CARLINO)

I commenti sono chiusi.