‘Fame’ di motori, tornano i ‘Menu e aperitivi Mille Miglia’

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli Piceno, 12 maggio 2015 - In concomitanza con il passaggio ad Ascoli della note competizione di auto storiche 1000 Miglia, in programma il prossimo venerdì 15 maggio, la Confcommercio, nell’intento di favorire la migliore accoglienza, e la promozione del territorio ha promosso l’iniziativa “Menù e Aperitivi 1000 Miglia” impegnando bar e ristoranti della città, a proporre  menù o aperitivi speciali appunto “1000 Miglia”, con prodotti tipici locali e ad un prezzo contenuto.

“Come già per l’anno passato siamo stati coinvolti ancora una volta in questo eccellente evento da Aci e Camera di Commercio, nonchè dall’assessore comunale  allo Sport Brugni – ha evidenziato il presidente della locale Delegazione Ugo Spalvieri – e dunque ci siamo  prontamente mobilitati per garantire, anche in questa circostanza, la nostra collaborazione, come avviene ogni volta che ci viene richiesta”.

“Con il collega – presidente provinciale dei pubblici esercizi Pippo Feriozzi – aggiunge Spalvieri – abbiamo così ideato il “Menù o Aperitivo 1000 Miglia” impegnando i nostri ristorati e pubblici esercizi a proporli, sia per compartecipare appunto concretamente all’appuntamento sportivo, sia per favorire la pubblicizzazione dei prodotti tipici locali in considerazione che nella giornata del 15 maggio si creerà ad Ascoli un movimento “turistico” piuttosto significativo di concorrenti (con anche personaggi famosi), accompagnatori, assistenti ed appassionati provenienti da tante diverse località, che oltre a creare una boccata d’ossigeno all’economia locale, potranno apprezzare, non solo le bellezze storico culturali del nostro territorio, ma anche le qualità culinarie, con l’auspicio che ne diventino estimatori e quindi in qualche modo degli ottimi testimonial una volta tornati alle località di origine”. 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Camion perde carico di piselli, motociclista all’ospedale Successivo Mare, 17 Bandiere Blu alle Marche