Fano si trasforma per una notte in ‘città della musica’… europea

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino) 23 giugno 2015 – Per il secondo anno consecutivo il comune di Fano ha aderito alla Festa della Musica Europea (foto), l’importante manifestazione internazionale che riempie oltre 200 città d’Europa (60 in Italia) di musica e di musicisti. E’ stato un Solstizio d’estate all’insegna delle melodie ascoltate in tutte le loro declinazioni e raccontate per immagini quello che si è celebrato domenica 21 giugno: una festa aperta a tutti, amatori o professionisti che si sono esibiti di fronte ad un vasto pubblico sempre curioso e disponibile. A Fano l’organizzazione è stata coordinata dall’associazione culturale “Fano Music Story” che, nata nel marzo 2014, conta già 200 soci che promuovono la musica moderna divulgandola con numerose iniziative. La prima delle quali messa in campo l’anno scorso, proprio portando in città la prima festa della musica.

Sedici tra luoghi suggestivi e locali di musica dal vivo di Fano. Ma anche Piagge e Torrette sono state coinvolte dagli eventi in programma. Tra i quattordici eventi che si sono tenuti contemporaneamente dal centro storico alla zona mare di Fano, di particolare attrattiva è stato il gruppo Karta Karbone che sul palco centrale del Lido ha eseguito anche un tributo a Freak Antoni. Per l’occasione, infatti, alla band fanese di Daniele Carboni, si sono aggiunti tre musicisti che hanno collaborato con il celebre leader del gruppo demenziale bolognese Skiantos, scomparso il 12 febbraio 2014: la pianista Alessandra Mostacci, la bassista Elisa Minari e il cantautore Armando Dolci. Sul palco allestito nella piazza antistante lo Sport Park, invece, si è tenuto il concerto del gruppo Echotime, una potente band nata nel 2002 che ha al suo attivo oltre 400 live in tutta Italia, due tour in Francia – Nord Europa e la realizzazione di due album di brani originali “Genuine” e “Side”, gli Echotime hannom proposto le più belle cover Heavy & Rock di tutti i tempi, la serata allo Sport Park dedicata al Rock ha visto esibirsi anche i Caterpillar. “Questa festa è un modo per creare un po’ di lavoro – ha detto il presidente dell’associazione Paolo Casisa –: dà modo ai locali di promuoversi e ai musicisti di farsi conoscere e crescere. Da parte nostra, in un periodo di crisi, mettiamo a disposizione musica gratis per la città, con budget minimo a nostro carico. Tant’è che non abbiamo potuto accontentare la richiesta di 20 band fuori regione, di venire ad esibirsi a Fano, perché non avevamo i soldi per ospitarle”.

E tirando le somme: “La Festa della Musica Europea andata in scena a Fano domenica scorsa – dice ancora Casisa – ha trasformato la città in un grande palcoscenico a cielo aperto facendo esibire tanti musicisti di ogni età che hanno interpretato gli stili in cui si coniuga la musica moderna: Jazz, Hard Rock, canzone d’autore, Pop, Heavy Metal, Alternative Rock, Finger Style, New Wave, Beat, Rhythm & Blues, Soul, musica etnica ecc. Il folto pubblico presente alle 16 performances andate in scena dalle 19 alle 24 ha molto gradito la varietà proposta sostenendo gli artisti in un’atmosfera a volte rarefatta, a volte ricca di ritmo ed energia. Grande soddisfazione dalla Prometeo spa che ha offerto un importante contributo per la sua realizzazione”.

In tutte le “piazze” coinvolte, è stato possibile partecipare al concorso “Una foto per ogni musica” pensata con la collaborazione di “Centrale Fotografia”: le venti migliori foto che evidenzieranno l’anima di ogni diverso stile musicale saranno pubblicate a breve sul sito della Festa della Musica Europea, nello spazio dedicato alla città di Fano.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente "Non pagano il Demanio". Sequestrato lo chalet Fiore Successivo Resta senza soldi al luna park e ruba il portamonete di un anziano disabile