Fano, un passo avanti verso la LegaPro

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro), 31 maggio 2015 – Avanti Fano. Stavolta il passaggio del turno è stato decisamente più sofferto del precedente, ma i granata hanno ottenuto quello che volevano: l’accesso alle playoff di Serie D. Come dire: in questo momento sono tra le migliori sette d’Italia (considerando la vincitrice di Coppa Italia che entrerà in scena più avanti) e dunque sentono già profumo di ripescaggio in Lega Pro.

La partita contro lo Scandicci si è rivelata più ostica del previsto e si è risolta solo ai rigori (5-3 il finale), dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi sull’1-1.

Granata sotto dopo 12 minuti per un discutibile rigore (contatto lieve di Ginestra con Papini, trasformazione di Cubillos) ma bravi a trovare il pareggio nell’ultimo dei tre minuti di recupero del primo tempo con un perentorio stacco di testa di Gucci su angolo di Sivilla. Pochi istanti prima era stato espulso per doppia ammonizione in centrale difensivo toscano Pezzati, e questo ha agevolato il centravanti.

Il Fano invece dopo appena un quarto d’ora del primo tempo ha perso bomber Sivilla per infortunio (contusione al fianco), sostituito da Sartori.

Ostica anche la ripresa, per i granata, contro una squadra tignosa che non ha mutato assetto tattico nemmeno con l’uomo in meno, lasciando i tre davanti ed evitando di farsi schiacciare. Il Fano, fisicamente provato, ha lasciato molto all’improvvisazione e non è andato oltre qualche tiro dalla distanza.

I tiri dal dischetto hanno premiato poi i granata (4-2), a segno con Lunardini, Borrelli, Sartori e Nodari. Decisivi nelle file ospiti gli errori di Cubillos (alto) e Della Scala (traversa).

Il prossimo avversario dell’Alma, domenica prossima sempre al Mancini, sarà la Correggese o il Delta Porto Tolle.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Buon compleanno a Paolo Sorrentino Successivo Omaggio alla storia, «Anima guzzista» dalla Primo Moretti