Febbre da Tasi, oltre 40mila accessi al sito di AnconaEntrate

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Ancona, 19 settembre 2014 – Accessi record al sito di Anconaentrate per determinare l’importo dovuto per la Tasi. L’azienda ha reso note le statistiche relative agli accessi dei cittadini al software “Calcola la tua Tasi” fruibile dal sito www.anconaentrate.it.

Dal 25 agosto scorso fino al 16 settembre la pagina dedicata al calcolo della tassa ha registrato in totale 37.757 accessi con un picco massimo registrato il 2 settembre con 3.098 accessi in una giornata. Di questi cittadini che hanno effettuato il calcolo on line della Tasi, ben 17.946 hanno stampato anche il modello di pagamento F24 con un picco massimo, sempre del 2 settembre, di 1.451. A questi si aggiungono 10.933 contribuenti che anno ricevuto a casa il modello F24 compilato anche nell’importo.

L’Amministrazione aveva anche attivato fino al 16 settembre il servizio di supporto alla compilazione on line – e non di assistenza fiscale – con l’aiuto dei volontari dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia rappresentata dal colonnello Lorenzo Tizzani nei locali della ex II Circoscrizione in via Scrima. Analogo servizio è stato disponibile anche nelle sedi di Cgil, Cisl e Uil.

“Pur con le difficoltà di un servizio sperimentale, ingigantite dalla polemica politica, ci riteniamo moderatamente soddisfatti del servizio svolto che ha permesso di semplificare le procedure amministrative per un buon numero di nostri concittadini. Ovviamente tale servizio va affinato, ma riteniamo positiva l’esperienza” – dice l’assessore al Bilancio, Fabio Fiorillo – “tanto più che questa esperienza ha visto la collaborazione del Comune di Ancona, delle associazioni sindacali ed è stata un esempio di volontariato civico grazie al contributo dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia”.



 

Precedente Sortita dei comandanti col fermo pesca per bruciare la concorrenza: 4mila euro di multa Successivo Scadenza prima rata Tasi, apertura straordinaria degli sportelli comunali