Federico Buffa all’Hotel Flaminio: "Con Amato andammo a caccia di talenti negli Usa"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 16 maggio 2015 -TUTTO PIENO, ieri sera, il grande salone Congressi dell’Hotel Flaminio per Federico Buffa, giornalista di Sky, noto al popolo del basket come la voce della Nba, diventato negli anni un grande affabulatore per la sua capacità di raccontare storie di sport e di vita.

Nonostante il giustificato ritardo di 40 minuti per il maltempo che ha colpito Milano, Buffa, ha partecipato ad una serata che più azzeccata non poteva essere, a cinque giorni dalla incredibile salvezza centrata dalla Vuelle, rimasta in serie A dopo aver battuto Caserta nello scontro finale.

Lo showman ha raccontato numerosi anedotti che lo hanno visto protagonista con il basket pesarese. Infatti ai tempi del direttore sportivo Vito Amato fece un viaggio negli Stati Uniti insieme al dirigente alla caccia di giocatori americani dopo che la storica segretaria del club, Marilena Battisti, gli aveva prenotato il viaggio e i vari spostamenti negli States in business-class.

Sia Amato che la Battisti, presenti in sala e visibilmente emozionati, lo hanno abbracciato ricordando quel bel periodo. La serata, condotta da Alberto Pancrazi, con gli interventi del presidente della Vuelle, Ario Costa e del presidente del Consorzio «Pesaro Basket», Luciano Amadori che avevano organizzato l’appuntamento come regalo ai consorziati ed al pubblico di Pesaro ha avuto un grande successo e si è conclusa con le domande di diversi giovani, soprattutto sul mitico basket del Nba.

Buffa ha parlato, nel bene e nel male, di diversi giocatori americani che hanno vestito la maglia della Vuelle, da Joe Pace a Darren Daye e Darwin Cook, artefici dei due scudetti, da Pisellino Lloyd Daniel a Wilburn Holland che ha fatto impazzire Mike D’Antoni e al grande Dragan Kicanovic, protagonista della Coppa delle Coppe del 1983 a Palma de Majorca.

Per finire con quelli di oggi, Chris Wright e LaQuinton Ross. A metà serata l’apparizione di Valter Scavolini accompagnato dalla moglie Marisa che ha ricordato: «il mio contributo ci sarà, ma non chiedetemi di tornare indietro, spero che Amadori coinvolga altri sponsor per non soffrire come in questi due ultimi anni».

Alla fine il buon Federico Buffa, molto legato a Pesaro, grande amico di Massimo Ambrosini e del sottoscritto con cui fece le prime radiocronache negli anni ’80 in occasione delle partite Olimpia Milano-Scavolini Pesaro, è stato preso d’assalto per le foto di rito e gli autografi. Indubbiamente una gran bella serata.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Fabriano - Prosegue il restyling al Borgo Successivo Fabriano - Strade gruviera in centro, il Comune manda gli operai