Ferito a colpi di forbici, giallo nel tomaificio

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Montegiorgio (Fermo), 28 aprile 2015 – È mistero sull’aggressione a colpi di forbice ad un cittadino cinese residente a Piane di Montegiorgio. È accaduto ieri pomeriggio in circostanze ancora tutte da chiarire e sulla vicenda indagano i carabinieri, venuti a conoscenza del fatto di sangue soltanto dopo il ricovero in ospedale della vittima.

Secondo una prima ricostruzione, l’aggressione si sarebbe consumata poco prima delle 16 in un tomaificio. L’uomo colpito a forbiciate è stato accompagnato al pronto soccorso di Fermo, in auto, dalla moglie. Il cinese, sanguinante, è stato immediatamente sottoposto agli esami di rito, che hanno riscontrato una ferita da arma da taglio alla coscia. I medici hanno cercato di capire come fosse accaduto, ma la vittima ha spiegato soltanto di essere stato colpito da una persona che conosce. Per il resto la dinamica è ancora tutta da ricostruire.

Sarà compito ora dei carabinieri di scavare in un mondo difficile e chiuso come quello delle etnie cinesi. Il sospetto degli investigatori e che l’aggressione sia maturata nell’ambito lavorativo, forse per una questione di soldi, ma è chiaro che si sta parlando solo ed esclusivamente di ipotesi. I carabinieri, nei prossimi giorni, interrogheranno la vittima e la moglie e solo allora forse se ne saprà qualcosa di più. L’uomo colpito a forbiciate, intanto, è stato dichiarato fuori pericolo con una prognosi di 15 giorni. Oltre al movente dell’aggressione restano anche altri tre punti interrogativi: perché raggiungere il ‘Murri’ in auto? Perché non avvisare il 118? C’è qualcosa che vuole nascondere? 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Salvini contestato, ragazzo in ospedale: "Carica ingiustificata" Successivo Arrivati altri 48 migranti africani, trasferiti in campagna a Peglio