Fermana, solo un pareggio nell’esordio casalingo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Fermo, 8 settembre 2014 – E’ finita senza reti la prima di campionato della Fermana (foto) che mister Di Fabio, squalificato, ha dovuto seguire dalla tribuna. Lupinetti out per un fastidio muscolare, tra i pali è andato Savut con conseguente rinuncia a Marini. Se due indizi fanno una prova (sconfitta in Coppa, pari alla prima di campionato, entrambe in casa), per la Fermana si preannuncia un torneo difficile.

Si vede lontano un miglio che in avanti Pedalino sgomita da solo, ma spesso spalle alla porta, mentre con Fabiani al fianco, nel più classico 4-4-2, la squadra ha giocato meglio, grazie anche all’arretramento di Iacoponi in fase di regia. Per dirla fuori dai denti, alla Fermana, se vuol recitare un ruolo importante, almeno meglio della passata stagione, serve una punta di categoria a sostegno di Pedalino, senza nulla togliere al giovane Fabiani, e un uomo nel mezzo che sappia dettare i tempi del gioco.

Primo tempo pressoché inguardabile. Fermana impacciata, leggera supremazia degli ospiti che si concretizza con un paio di traversoni di Paris, ex della partita, che non impensieriscono Savut, costretto a sporcare i guanti al 40’ per anticipare in tuffo un ispirato Bisegna. La ripresa inizia con gli stessi ritmi, poi al 12’ Di Fabio inverte gli esterni e Nazziconi, passato a destra, manca la deviazione vincente per questione di centimetri.

La Fermana, con l’innesto di Fabiani per Nazziconi, passa al 4-4-2: la manovra ne trae vantaggio, con Pedalino (29’) che chiama il portiere ospite ad una non facile deviazione. Subito dopo si mette in evidenza Fabiani che dalla desta anzichè appoggiare prova un tiro impossibile che si perde al lato senza che Pedalino e Piergallini possano intervenire. Sui piedi di Pelalino (35’) arriva la palla per la più clamorosa delle occasioni ma il centravanti canarino si fa ipnotizzare da Digifico. Al primo dei quattro minuti di recupero ci prova ancora Pedalino ma il suo tiro dal limite sfiora il palo e si perde sul fondo, come le speranze della Fermana di vincere la prima di campionato.

 

Il tabellino

Fermana – San Nicolò 0-0

Fermana (4-2-3-1): Savut 6; Orsino 6, Cusaro 6, Terrenzio 6.5, Gregonelli 6; Omiccioli 5 (20’ st Ionni 5), Misin 6; Piergallini 5.5 (41’ st Marini, ng), Iacoponi 5.5, Nazziconi 5.5 (25’ st Fabiani A., 5.5), Pedalino 5,5. A disposizione: Lupinetti, Filipponi, Del Monte, Agostinelli, Palmisano, Bracciotti. All.: Paolo Ferretti (Di Fabio squalificato).

San Nicolò (4-2-3-1): Digific 6.5; D’Orazio 5.5, Mbody 6, Petronio 6, Mozzoni 5.5; Micolucci 5, Stivaletta 6; Bisegna 5.5, Iaboni 6 (44’st Moretti, ng), Paris 6 (25’ st Chiacchiarelli 5.5); Tarquini 6 (47’ st Cremona). A disposizione: Palombo, Gabrieli, Montecchia, Pretara, De Santis, Alessandroni, Moretti. All.: Epifani.

Arbitro: Lorenzin di Castelfranco 6.

Note: giornata primaverile, terreno in buone condizioni, spettatori mille circa (venti ospiti). Ammoniti: Misin, Terrenzio, Cusaro (F), Petronio, Stivaletta, Cremona. (SN). Angoli 3 a 1 per la Fermana. Recupero 1’, 4’



Precedente Banca Marche, sul blog di Grillo perplessità sul salvataggio Successivo Fermo, i consiglieri rinunciano ai gettoni di presenza per finanziare acquisti per la scuola