Fermana, vige la ‘legge del Recchioni’: sfatato il tabù Matelica

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 22 febbraio 2015 – La Fermana (foto) fa un’altra vittima illustre dopo il Campobasso e impone quella che sta diventando la ‘legge del Recchioni’ al Matelica, sua bestia nera, rimandandola a casa con tre reti sul groppone: finisce 3-1 grazie alla doppietta di Nazziconi e alla rete di Omiccioli.

 

Il tabellino

Fermana-Matelica 3-1

Fermana (3-4-1-2): Savut; Terrenzio, Cusaro, Grieco; Stranieri, Cossu, Omiccioli, Tozzo (27’ st Ciuffetti); Nazziconi (47’st Polini); Valdes (13’ st Toscano), Pedalino. A disposizione: Moscatelli, Agostinelli, Bellucci, Capiato, Costantino, Lattanzi. All.: Osvaldo Jaconi.

Matelica (4-2-3-1): Spitoni; Girolami, D’Addazio (38’ st Api), Ercoli, Benedetti; Borgese, Lazzoni (22’ st Jachetta), Iotti, Mandorino, Moras (38’ st Mangiola); Ambrosini. A disposizione: Passeri, Ranucci, Scotini, Gilardi, Lanzi, Bucciarelli. All.: Franco Gianangeli.

Arbitro: Rasia di Bassano del Grappa

Reti: 18’ e 37’ St Nazziconi, 43’ Omiccioli (F), 20’Ambrosini (M).

Note: Terreno leggermente allentato. Spettatori: 521 di cui 282 paganti, compresi 24 ospiti, e 239 abbonati. Ammoniti: Moras, Borgese (M), Tozzo, Pedalino (F). Angoli 4 a 3 per il Matelica, Recupero 1+4.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Il fascino dell’Ottocento nel ballo in costume Successivo Buon Compleanno a Joaquín Cortés