Finanziere eroe salva un bambino che rischiava di soffocare

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli Piceno, 12 gennaio 2015 – Un appuntato della Guardia di Finanza, in servizio presso la compagnia di San Benedetto, soccorre un bambino di due anni mezzo in grave crisi respiratoria. Salvato in extremis, mentre la mamma si disperava e chiedeva aiuto. E’ accaduto la mattina di sabato in via Carducci, nel centro di San Benedetto, a due passi dalla piazza del mercato.

Il militare delle fiamme gialle, Riccardo Esposito, ha sentito le grida disperate di una mamma che cercava aiuto per il suo piccolo precipitato, improvvisamente, in crisi respiratoria. «Era cianotico, non respirava, ci racconta l’appuntato Esposito, da noi rintracciato telefonicamente – Gli ho praticato la respirazione bocca a bocca e le altre manovre rianimatorie che avevo imparato qualche anno fa partecipando a un corso di primo soccorso della Croce Rossa. Sapevo a grandi linee cosa fare in un momento così difficile. Subito dopo è arrivata l’ambulanza che l’ha trasportato all’ospedale. Ho appreso, qualche ora dopo, che il bambino stava meglio e per questo sono molto felice. Di più non saprei cosa dire».

Il bambino, dopo il primo soccorso prestato dal militare delle fiamme gialle, è stato preso in consegna dall’equipaggio del 118 che l’ha trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale di San Benedetto, dove le sue condizioni sono apparse subito discrete. Superata la fase critica, si è ripreso, ma i medici l’hanno trattenuto in osservazione per stabilire le cause che hanno scatenato l’improvvisa crisi respiratoria. Comprensibili le precauzioni dei sanitari, trattandosi di un paziente così piccolo. Nulla di grave, per fortuna, ma se in quel momento la madre, in pieno panico, non avesse trovato l’aiuto di una persona fredda ed anche con un minimo di preparazione in tecniche di primo soccorso, la vicenda avrebbe potuto avere sviluppi diversi.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente ‘Gli sbancati’, ultima chiamata mercoledì sul grande schermo Successivo Prova a buttarsi sotto un treno dopo una delusione amorosa