Finestrini rotti in via Vodice: torna l’incubo frantumatore

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova, 27 agosto 2015 – Topo d’auto bloccato dalla polizia mentre forza lo sportello di una macchina e con addosso il kit dello scassinatore; coltelli, cacciaviti e torcia.

Un macedone di 33 anni, residente in città, è stato sorpreso alle 4 dell’altra notte dentro una vettura che era parcheggiata in via Fabio Filzi, nel quartiere sud. La volante del commissariato è intervenuta su input di un cittadino che ha chiamato il 113 per segnalare un uomo che si aggirava tra le auto in sosta con una torcia in mano con cui illuminava l’interno dei veicoli provando ad aprire le portiere, nel tentativo di trovarne qualcuna lasciata aperta.

Gli agenti gli sono piombati addosso dopo che, violata una Alfa Romeo, si era introdotto nell’abitacolo e aveva iniziato a rovistare nella cassettiera. Gli agenti lo hanno perquisito e addosso gli hanno trovato due coltelli, tre cacciaviti e la torcia, materiale sequestrato.

Il macedone, già conosciuto in commissariato per precedenti analoghi, è stato denunciato per tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere. Nella stessa notte è tornato a colpire, sempre nel quartiere sud, il fantomas dei finestrini.

Ieri mattina i proprietari di due macchine parcheggiate tra via Vodice e corso Garibaldi hanno avuto la brutta sorpresa di trovare i finestrini in frantumi. Non escluso sia stato il macedone, ma il modus operandi sembra invece quello del tizio infrange i finestrini senza rubare niente e che, dall’inizio dell’estate, ha fatto piangere diversi automobilisti. Sono parecchie le auto finora danneggiate. Denunce sono state presentate soprattutto alla vicina caserma dei carabinieri.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Solo due medici. E uno è in malattia: le visite neurologiche sono bloccate Successivo Papa Francesco dopo l'udienza generale abbraccia la mamma di Ismaele Lulli